MotoGp, Bastianini guida l’assalto Ducati a Quartararo

Pecco Bagnaia cerca la cinquina nel tracciato che Fabio Quartararo teme di più, nella prima di tre gare ravvicinate. Il capoclassifica del mondiale non ha avuto timore di dire che questo spagnolo è il circuito peggiore per la M1, fra quelli in cui si deve ancora gareggiare. Per Ducati l’assalto è d’obbligo e i prossimi tre Gp potrebbero cambiare la classifica: in tre settimane si corre in Spagna, Giappone e Thailandia. Torna Marc Marquez e l’impressione è che lo spagnolo sia sulla via del completo recupero. Nel recente test andato in scena nel Misano World Circuit, otto giorni fa, l’alfiere della Honda Hrc si è dimostrato molto soddisfatto del recupero del braccio lesionato e operato per l’ennesima volta.
Tornando allo squadrone Ducati, tutti sono pronti a disputare un buon Gp: a partire da Enea Bastianini che dopo il secondo posto al Simoncelli e il 4° in Austria cerca un altro grande risultato. «Sarà un trittico difficile – spiega il riminese – ma siamo carichi e veniamo da un buon momento. Con Aragon ho un gran feeling. Per quel che riguarda Giappone e Thailandia sarà una scoperta con la Ducati. L’obiettivo è chiudere al meglio e questa tripletta sarà importantissima per la lotta al titolo».
Andrà forte Luca Marini che è in un grande momento di forma: il diesel di Tavullia ha preso il ritmo giusto, come è suo costume e ora potrebbe trovare il podio. Zarco e Martin devono segnare ancora un bel Gp nel loro ricco paniere, così come il nostro Marco Bezzecchi, che è davvero forte con la sua Gp21. La scivolata a Misano non rovina il suo bilancio, ma brucia ancora. «Sono contento di tornare in pista ad Aragon: a Misano siamo andati forte, ma l’errore in gara non ci voleva e mi ha lasciato un po’ di amaro in bocca. Ai test poi, abbiamo fatto un ulteriore passo in avanti. Ripartiamo da qui, sono molto curioso, la pista non sarà facile da affrontare in sella alla MotoGp».


Le altre classi

In Moto2 continua la sfida al vertice fra Ai Ogura, Augusto Fernandez e Celestino Vietti. Alessandro Zaccone cerca una grande prestazione, il Gresini Racing lo ha sostituito per il 2023 con Jeremy Alcoba, cavallo di ritorno, così come Niccolò Antonelli, riconfermato per il prossimo anno ma non può essere soddisfatto. In Moto3 cercano punti e gloria Andrea Migno ed Elia Bartolini, insieme a un Sic 58 affamato di riscatto.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui