MotoGp, Bastianini e Bezzecchi liberi di sognare a Misano

Jack Miller sfrutta il suo fiuto per i capricci delle nuvole e si prende la pole position che mancava da 4 anni, in prima fila, con la penalizzazione inflitta venerdì a Pecco Bagnaia, si accomodano Enea Bastianini e Marco Bezzecchi.

Griglia ridisegnata

Oggi a Misano la Ducati Lenovo numero 63 partirà dalla quinta casella, per le tre posizioni di penalità decretate dalla direzione gara per una manovra giudicata pericolosa nelle Fp1 del venerdì. Per Bagnaia, però, c’è almeno la soddisfazione di essere veloce, probabilmente il più veloce, e di sapere che gli avversari per il titolo, Fabio Quartararo e Aleix Espargaro, sono ancora più indietro. Il campione in carica della Yamaha è 8° e il capitano dell’Aprilia è 9°. Per il marchio italiano va più forte Maverick Viñales, 4° davanti a Pecco, mentre Joahnn Zarco chiude la seconda fila.

Battaglia in casa Ducati

«È più facile lottare con i piloti di altre case – ha spiegato Bagnaia alla fine delle prove gli altri ducatisti hanno mezzi con punti di forza e debolezza simili ai miei».

Il casco dedicato a Rodman

Da segnalare che il casco speciale di Pecco, dedicato all’ex campione di basket Nba Dennis Rodman ha creato qualche polemica fra i giornalisti inglesi. Qualcuno in particolare ha rimarcato i comportamenti al limite dell’illegale dell’ex cestista Usa, ma Pecco ha sottolineato che la scelta è solo per la grinta dimostrata dall’atleta nei rimbalzi sotto canestro.

Bastianini con fiducia

Fiero di una rinnovata fiducia nell’asfalto di casa, Bestia ha poi spiegato: «Finalmente sono veloce anche il venerdì e il sabato; spero di essere migliorato in questo aspetto fondamentale. Per la gara punto al massimo possibile per me e il mio team».

Il sogno è il 4° successo stagionale, a coronamento della settimana dell’annuncio dell’ingaggio nel 2023 nel team ufficiale di Borgo Panigale. Eloquente casco speciale anche per lui con la scritta dialettale: «Quand la zira… la zira». Oggi, come tutti i piloti del Team Gresini, Bastianini guiderà una moto con una livrea dedicata a Fausto, con i colori della Garelli del Team Italia.

L’ignoranza in sella

“Giacobez” si gode la prima fila con un casco speciale dedicato al comico Giuseppe Giacobazzi, cultore del dare il gas con ignoranza nel polso: «L’ignoranza in sella ce l’ho – assicura Bezzecchi e Giacobazzi è il mio comico preferito. Non siamo ancora a posto in staccata, ma siamo andati forte e sono contentissimo. In gara posso fare un risultato importante«, spiega dopo le qualifiche.

Vedremo se la sfida per il podio sarà solo un monomarca Ducati. Dalla quarta fila scattano: Miguel Oliveira (Ktm), un Franco Morbidelli in grande crescita con la sua M1, e Alex Rins con la Suzuki. Solo 13° e fuori dalla Q2 Jorge Martin, estromesso in Q1 dalla coppia Mooney Vr46 Bez e Marini, che oggi avranno una livrea speciale gialla e blu, che ricorda quella della Suzuki Alstare Superbike dei tempi di Ttroy Corser e Max Biaggi.

Fabio Di Giannantonio è 14°, Michele Pirro 17°, davanti ad Andrea Dovizioso: «Purtroppo, quando ho messo la gomma buona perla Q2, ha cominciato a piovere. Potevo scattare un filo più avanti, ma è andata meglio che in altri turni». Per Dovi un casco ispirato agli anni vincenti della sua carriera.

Marquez ok per i test

Infine, Marc Marquez ha superato la visita del Medical Center di Misano e parteciperà ai test di martedì e mercoledì.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui