MotoE, benvenuti nel sogno mondiale di Casadei

Mattia Casadei finalmente arriva in vetta dopo una lunga attesa e si gode l’abbraccio di tutti i suoi cari, compreso Enea Bastianini. Un Enea che per raggiungerlo a bordo pista durante il giro d’onore, si fa portare sulle spalle da un amico, visto l’infortunio ad un malleolo, ricordando la fuga di Enea, con il padre Anchise sulle spalle dalla città di Troia in fiamme. Lo abbraccia anche il disegnatore Aldo Drudi.

«Non ho parole»

A caldo prevale la commozione: «Non ho parole, sono felicissimo, sono al settimo cielo questo è il mio sogno e devo ringraziare tutti: soprattutto la mia famiglia. Sono campione del mondo, anzi siamo campioni del mondo! Esserlo qui a Misano è bellissimo e non me ne rendo ancora conto, lo capirò domani mattina (stamattina, ndr)».

Da Paolo Cevoli al presidente Copioli

Il riminese, dopo essere stato per anni uno degli alfieri del Sic58, si era trasferito nel Pons Racing. A fine gara, Mattia si è goduto l’abbraccio del presidente della Fmi Giovanni Copioli, quello dell’amico e comico Paolo Cevoli, dell’ex sindaco di Rimini Andrea Gnassi e di tanti amici. C’è il padre Giancarlo, appassionato crossista che è caduto pochi giorni fa mentre girava ed è al circuito con due costole fratturate, ci sono la sorella e la fidanzata e ad un certo punto arriva l’abbraccio della madre Elena, sorella del padre di Stefano Manzi, un abbraccio lungo ed intenso. Lo scorso anno era arrivato un 4° posto, con 2 vittorie ed alcune cadute nei momenti topici, e questa stagione sembrava non ingranare. Dopo 4 tappe, per 8 gare, aveva raccolto un 2°, due 3°, due 4° , un 5° e due ritiri: poco per puntare al titolo. Ma l’obiettivo non si era mai allontanato dalla sua mente e dopo la pausa estiva, Mattia ha inanellato 4 tappe da sogno: un 6°, poi 5 vittorie, un 2° ed un 3°, da campione. Scherzando il Lepro di Viserbella, al secolo Paolo Cevoli, abbracciandolo nel box alla fine di gara 1 gli ha detto: «Bravo! Ma potevi fare meglio…». Gli amici hanno indossato una maglietta celebrativa, viola con il cappello del protagonista del fumetto “One piece” sopra un leoncino stilizzato, lo stesso che campeggia nella bandiera che fa sventolare nel giro d’onore. Sulla testa un nuovo casco Arai celebrativo nei colori viola ed oro, con la scritta “Bel colpo” sulla visiera, naturalmente in oro. Casadei non rilascia altre dichiarazioni, ma si limita ad abbracci: la commozione è troppa.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui