Jeffrey Herlings centra la doppietta nel Gp d’Italia e prova la fuga in testa al mondiale MxGp. Un combattivo ma poco fortunato Antonio Cairoli raccoglie un doppio 3° e si porta al suo inseguimento, scavalcando sia il campione in carica Tim Gajser che Arminas Jasikonis. Le Ktm si prendono buona parte del podio del Monte Coralli, dove qui di gareggerà di nuovo mercoledì (Gp Città di Faenza) e domenica (Gp dell’Emilia Romagna) per un trittico indimenticabile. A proposito di podi, quelli di ieri sono stati un copia e incolla, con Jaremy Seewer (Yamaha) secondo e Toni Cairoli terzo. Portando a casa 44 punti, Seewer ha avvicinato Gajser (ieri 8° e 5°) e Jasikonis (ieri 10° e 9°): sia l’alfiere della Honda che quello dell’Husqvarna sono stati protagonisti di due prestazioni brutte.

Perfetto, invece, Herlings, che grazie a questo “doppio 25” sale a 263 punti e allunga a +60 su Toni Cairoli (203), ora secondo davanti a Gajser (196), Jasikonis (186) e Seewer (158). Se quella di Herlings sarà una fuga vera lo si capirà nei prossimi 7 giorni con altri due Gp che andranno in scena qui ai Monti Coralli. Di certo, quello attuale è l’Herlings del pre-infortunio. Il suo compagno Cairoli dovrà trovare un “coniglio nel cilindro” per batterlo. Ieri da segnalare le buone prove di Febvre (6° e 4°), Prado (4° e 6°) e Goldenhoff (7° e 8°).

In Mx2 il belga Jago Geerts (Yamaha) ha vinto gara1 davanti ai francesi Maxime Renaux, Matys Boisrame e Tom Vialle, mentre in gara 2 Renaux ha preceduto Vialle e Geerts. In classifica Vialle ha 257 punti, Geerts 254 e Renaux 196.

Argomenti:

Cairoli

Herlings

monte coralli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *