Motociclismo, Paolo Simoncelli: “Ora Fausto è con il mio Sic”

Paolo Simoncelli ha ricevuto la notizia della scomparsa dell’amico a Valencia. Il babbo del Sic si apre come suo solito: un’analisi mista fra il burbero e il dolce, un modo di parlare molto romagnolo, in cui la realtà non viene per nulla addolcita, ma le parole sgorgano nette e precise, come i colpi dell’accetta di un taglialegna. «È una notizia purtroppo attesa, che piano piano veniva avanti da sola. Nonostante il suo fisico eccezionale, il Covid sembrava deciso a non abbandonarlo. Ho perso recentemente un cugino e un altro a inizio pandemia. Una malattia che può dare due linee di febbre, qualche colpo di tosse o farti morire: proprio una brutta robaccia».

Il ricordo più forte di Fausto è legato alla nascita del team Sic 58. «Quando decisi di fare la squadra mi disse subito: voglio esserci, decidi tu con che percentuale, ma io ci sono. La stabilii al 50% ma la direzione fu sempre e solo mia. Ci vedevamo un paio di volte l’anno, per la firma delle carte. Fu una grande dimostrazione di affetto e di cuore. Lui, poi, si concentrava sulla sua squadra, che era una realtà davvero grossa».

Tanti, nel loro saluto a Fausto postato sui social, lo hanno immaginato insieme a Marco, in un abbraccio ideale fra amici che condividevano la stessa passione e che si sono ritrovati dopo anni. «Anche a noi del team – aggiunge Paolo – piace immaginare che sia così: che si siano trovati. Con Marco, nella sfida MotoGp, si trovarono benissimo e fu un bel periodo. Chissà che non sia vero: lo spero. Anche perché un giorno vorrei riabbracciarli anche io e ritrovare il mio Marco».

L’amarezza è grande, ma la voglia di reagire non manca di certo. «Quando vado in crisi o vivo un momento di difficoltà mi dico: “vaffanculo! Vado avanti” e non mollo – chiude Paolo -. Gli uomini, come disse Ettore ad Andromaca prima di affrontare Achille nel mortale duello, condividono tutti una sorte, che siano coraggiosi o vili, dal momento in cui vengono alla luce».

Fausto e Marco hanno affrontato la loro stessa sorte con passione, grinta, coraggio e amore per i motori.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui