San Mauro Pascoli si veste di tricolore grazie a Kevin Zannoni. A duecento metri dal traguardo dell’ultima gara della stagione, Zannoni era pronto ad accettare la terza posizione in classifica generale. Un risultato ingiusto forse, in un’annata a tratti dominata (4 vittorie nelle prime 4 gare).  Poi avviene quello che non ti aspetti: Surra, che si giocava vittoria e Campionato, attacca Selfa all’ultima curva, perde aderenza con l’anteriore e nel cadere porta con sé anche il rivale spagnolo nelle vie di fuga.  Con gli sfidanti per il titolo nella ghiaia, Kevin Zannoni può esultare e conquistare, con 145 punti finali (6º sul traguardo), il suo secondo titolo italiano Moto3, il primo in assoluto per il Junior Team Total Gresini. “È incredibile… È stato forse il weekend più difficile della mia carriera ha detto Zannoni – tra caduta, infortunio e tutto il resto. Ma non ho mai mollato e questo anche grazie ad una squadra che mi ha sostenuto dall’inizio alla fine, non ci siamo mai persi d’animo anche quando sembrava tutto perso. È stato un anno incredibile e voglio ringraziare tutti quelli che mi sono stati vicini. Ci tengo a ribadire l’ambiente gioioso e positivo della squadra che mi ha sempre aiutato e cha ha portato bene alla fine, è stato un piacere correre con un team così professionale. Per ultimo voglio ringraziare la dottoressa Lorena Sangiorgi che mi ha medicato il dito e tutta la squadra della fisioterapia, senza di loro forse non avrei nemmeno corso”.
 

Argomenti:

moto3

Zannoni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *