Motociclismo, i piloti romagnoli all’ultimo atto del Civ

Elia Bartolini, Federico Caricasulo, Massimo Roccoli, Luca Vitali, Alessandro Delbianco e Lorenzo Gabellini sono le sei punte di diamante della Romagna nell’ultimo doppio atto del Civ.

A Vallelunga, come da tradizione, vanno in scena nel fine settimana le due tappe finali. C’è già un re, Michele Pirro che con la Ducati Barni si è ripreso la corona Sbk (nel 2020 era andata a Lorenzo Savadori e Aprilia), mentre nelle altre competizioni sarà sfida ad alta tensione.

Moto3

Il sarsinate Elia Bartolini insegue a tre lunghezze di distanza Matteo Bertelle. I due alfieri Ktm, rispettivamente del team Bardhal e del Minimoto, chiudono una stagione ricca di soddisfazioni per entrambi. Erano wild-card nell’ultimo Gran Premio a Misano e uno di loro potrebbe esserlo nel prossimo Gp romagnolo da campione italiano. Da osservare altri romagnoli: Biagio Miceli, Andrea Natali (Ktm) e Nicholas Fruscione (gli altri Honda Gresini Junior).

Supersport 600

Due romagnoli, l’esperto verucchiese Massimo Roccoli e il ravennate Federico Caricasulo impegnato anche nel mondiale, si giocano il titolo della Supersport 600. In vetta c’è il milanese Roberto Mercandelli, seguito a 6 punti da Davide Stirpe (MvAgusta), a 17 da Roccoli e a 22 da un “Carica” che ha raccolto quattro vittorie nelle ultime quattro gare. Se la potrebbero ancora giocare Bussolotti e Verdoia, ma hanno 30 punti da recuperare, servirà un’impresa. Cercano gloria anche il sammaurese Kevin Zannoni e il ravennate Edoardo Sintoni (Kawasaki quest’ultimo tutti gli altri Yamaha), autori di una buona stagione al debutto nella categoria.

Superbike

Sarà assente Lorenzo Zanetti, impegnato nell’ultima tappa del mondiale Endurance a Most, questo darà una possibilità di salire sul podio assoluto a tre romagnoli: Luca Vitali, Alessandro Delbianco e Lorenzo Gabellini (tutti su Honda ma con team diversi), che occupano il 3°, 4° e 5° posto in classifica rispettivamente con 128, 123 e 119 punti. Fra gli aspiranti al podio anche Mattia Casadei, che sostituisce Niccolò Canepa (sempre impegnato a Most) debuttando con le 1000 in sella a una Yamaha del team riminese Keope Motor. C’è curiosità per vedere cosa saprà fare con un mezzo che non ha mai guidato.

Supersport 300

Matteo Vannucci ha un rigore a porta vuota dall’altro del suo +46 sul turco Bahattin Sofuoglu. Vedremo se Devis Bergamini del ProGP di San Clemente e Omar Bonoli di Fusignano (Ktm) sapranno lottare per il podio, come hanno fatto in altre occasioni.

PreMoto3

Lo spagnolo Ferrandez Beneite per vincere il titolo deve guardarsi da Riccardo Trolese a -3, da Edoardo Liguori -18 e Leonardo Zanni -28.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui