SPIELBERG – Per un punto… di verde.. Martin perse la cappa. Un Marco Bezzecchi che non molla mai vince il Gp di Stiria pur essendo arrivato secondo dietro Jorge Martin. Primo, grande successo in Moto2 per lo scorpione di Rimini, che rilancia le proprie quotazioni anche per il titolo. Lo spagnolo, all’ultima curva, esce con le ruote sulla parte verde del cemento esterna alla curva e viene penalizzato. Aveva concesso il bis in Austria, amministrando il vantaggio, ma l’errore all’ultima curvalo ha fatto scivolare al 2° posto. Una beffa. “Bezz” che proprio con Martin si era giocato il titolo Moto3 2018, ha avuto il merito di averci creduto fino all’ultimo e di aver chiuso il gp in scia. «Non posso nemmeno descrivere l’emozione che provo – spiega al settimo cielo il riminese – al rientro ai box ho pianto come un bambino (in lacrime anche il babbo Vito ai box ndr). Ho perso posizioni ad inizio gara perché ero finito in folle, poi ho iniziato a recuperare fino ad arrivare dietro a Jorge. Ho provato a mettergli pressione e ho visto che aveva messo le ruote sul verde, ma non sapevo se lo avrebbero punito».

Argomenti:

Bezzecchi

GpStiria

moto2

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *