LE MANS – Luca Vitali ha chiuso al 9° posto assoluto e 2° nella Superstock la prima presenza in carriera nella 24 Ore di Le Mans. Il bellariese ha partecipato alla massacrante gara alternandosi in sella con Luca Scassa e l’austriaco Cristopher Kemmer alla guida della Suzuki numero 44 del team “No Limits”, giunto a 35 giri dai vincitori assoluti e a 2 da quelli della Superstock. A più riprese la pioggia ha bersagliato circuito e piloti, mettendoli in difficoltà. Una caduta di Scassa e una finale di un velocissimo Vitali sono state proprio causate dall’acqua. Primi assoluti sono stati Josh Hook, Freddy Foray e Mike di Meglio, del team Honda Tsr France, passando al comando 600 degli 816 giri totali. Alle loro spalle il team Kawasaki Webike (Jeremy Guarnoni, Erwan Nigol e David Checa) e il Suzuki Endurance (Xavier Simeon, attuale pilota MotoE, Gregg Black e Etienne Masson).

Nella categoria Superstock vittoria della squadra Gert 56 Bmw, 8° a 30 giri dai primi con Stefan Kerschbaumer, Toni Finsterbusch e Lucy Glockner, prima donna a vincere nella 24 ore. Ritiro per l’unica Ducati al via (con in sella l’ex MotoGP Randy De Puniet, Julien Da Costa e Louis Rossi, ex vincitore nella Moto3), dopo 470 giri, mentre una Aprilia ha chiuso al 26°, con 85 giri di ritardo, al 13° della Superstock. Terzo posto per il Team Moto Ain con una Yamaha affidata a Roberto Rollfo, Hugo Clere e Robin Malhauser. Quarto posto assoluto dello Yart Yamaha con Nicolò Canepa, Karel Hanika e Marvin Fritz. M.M.

Argomenti:

24 ore

Le Mans

vitali

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *