Morto Vanni Monari, il lutto del volley ravennate

Un altro pezzo della storia del volley ravennate se ne va. È venuto a mancare ieri a Lugo, all’età di 83 anni, Giovanni Monari, per tutti “Vanni”, appassionato dirigente sportivo e per anni al comando della pallavolo maschile ravennate e della Uisp Bassa Romagna nella storica sede di Lugo.

La sua carriera dirigenziale nasce negli Anni 60 quando, grazie al suo rapporto privilegiato con i paesi dell’Est, porta in Italia alcuni campioni come Pavel Rerabek, Yuri Pancenko e Andrey Kuznetsov, tragicamente scomparso in un incidente stradale mentre giocava a Ferrara. Negli Anni 80, Monari cede la dirigenza del volley ravennate a Giuseppe Brusi, che la porta prima alla promozione in A1 fino allo scudetto del Messaggero.

Torna di nuovo da dirigente a Ravenna quando il club scivola in B1, quindi, verso la fine degli Anni ’90, si trasferisce a Ferrara in A1 con la Les Copains allenata da uno dei suoi pupilli, Nino Beccari. «Per me è stata una notizia terribile – dichiara Beccari – perdo un grande amico e una persona che mi ha fatto apprezzare il volley in maniera diversa dagli altri, rendendomi questo sport più allego e più affascinante. Mi mancheranno soprattutto le trasferte che si facevano una volta, con lunghe conversazioni in cui si parlava di sport e di tanto altro. Oltre a essere stato un dirigente, per me è stato un grande amico. Con lui ho fatto anche viaggi avventurosi nella ex cortina di ferro, dove era un personaggio molto stimato. Tanti contratti con giocatori dell’est non si sarebbero potuti fare senza il suo benestare, ma lo faceva sempre in maniera discreta, senza voler apparire in prima persona. Ha anche vissuto il volley dei miliardi, quelli portati dai Ferruzzi, dei Berlusconi e dei Benetton, ma non si è mai fatto impressionare, tutt’altro, quando un giocatore, un dirigente o anche un allenatore era in difficoltà, Vanni lo aiutava sempre».

La salma sarà esposta da oggi pomeriggio all’obitorio di Alfonsine. g.b.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui