Morto Piero Battistini, storico vice sindaco di Longiano

Morto l’ex storico vicesindaco Piero Battistini. A 83 anni si è spento, per il Covid e per altre patologie, a fine novembre, ma il funerale si è tenuto solo giovedì. La quarantena di alcuni familiari ha obbligato a posticipare l’ultimo saluto. È stato per anni segretario della sezione del Pci di Budrio e da comunista tutto d’un pezzo, come aveva chiesto, l’ultimo saluto s’è svolto con rito civile nel cimitero di Badia di Longiano. Assente però il Comune di Longiano, l’ente che aveva servito per anni: né un membro della giunta né il gonfalone comunale.

Era nato a Borgo Paglia di Cesena e quando aveva 5 anni, durante la guerra, una granata esplosa nell’aia gli aveva ucciso la madre e procurato l’amputazione di una gamba. Poi si era trasferito nel longianese, prima a Badia e poi a Budrio. Era stato dipendente della Provincia di Forlì-Cesena distaccato come impiegato all’istituto per geometri di Cesena.

Battistini è stato due volte assessore nelle giunte di sinistra del sindaco Giuseppe Canali e dal 1993 al 1995 anche vicesindaco nella prima amministrazione di Giuseppe “Giorgio” Raggini.

«Attento al territorio e grande appassionato della politica – lo ricorda Raggini – anche dopo aver terminato gli incarichi in amministrazione seguiva il Pds poi diventato Pd. Un amico e collaboratore volenteroso e caparbio. Aveva una gamba di legno, ma andava a caccia ed era un ciclista: ai suoi tempi se ci fossero state le Paralimpiadi avrebbe vinto di sicuro una medaglia».

Lascia la moglie Maria, i figli Stefano, Eleonora e Lisa, la nuora Elisabetta, i generi Thomas e Ronnie, vari nipoti, le sorelle Dolores e Renata, altri parenti e vari amici. I familiari hanno disposto che le offerte fossero destinate all’associazione Acistom. g.m.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui