E’ morto l’ex ministro De Michelis, protagonista delle notti di Rimini

RIMINI. Protagonista delle notti riminesi, Gianni De Michelis è morto la notte scorsa a 78 anni. Pronunciavi quel nome, Gianni De Michelis, e il pensiero andava subito alla sua chioma impomatata che si agitava sulla pista del Paradiso. Era la cosiddetta Prima Repubblica e l’allora ministro socialista era uno dei più noti, certamente il più affezionato cliente “romano” del locale di Gianni Fabbri.


L’ex ministro ricordava bene, e con grande piacere, le notti passate in Paradiso: “Gianni (Fabbri, ndr) ci ha fatto ballare, ci ha fatto divertire, ma soprattutto ci ha consegnato un modo nuovo di vivere il divertimento. Le serate in sua compagnia non erano mai scontate, le notti del Paradiso erano belle, ma soprattutto intelligenti, mai un appuntamento di cattivo gusto. Questa è stata la sua forza di imprenditore, non cedere mai alla banalità e alla mediocrità. Più dell’imprenditore capace però, c’era l’uomo, generoso, sensibile”.

La notizia della scomparsa di De Michelis la si è appresa da fonti vicine alla famiglia. Deputato socialista dal 1976 al 1993, ha occupato vari dicasteri dal 1980 al 1992 ricoprendo vari incarichi nei governi guidati da Cossiga, Forlani, Spadolini, Fanfani, Craxi, De Mita e Andreotti. Un passaggio storico per l’Italia: la sua firma è sul trattato di Maastricht nel 1992. È stato poi segretario del Nuovo Psi dal 2001 al 2007. L’ultimo incarico elettivo è stato al Parlamento europeo, nella legislatura chiusa nel 2009.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui