Morte sospetta in ospedale a Lugo, Daniela Poggiali assolta all’appello bis

LUGO. Nuova assoluzione al processo d’appello bis per Daniela Poggiali, l’ex infermiera dell’ospedale di Lugo a processo per la morte di una paziente che secondo l’accusa sarebbe stata uccisa con una dose letale di potassio nell’aprile del 2014.

La 46enne era stata condannata all’ergastolo in primo grado a Ravenna nel marzo del 2016, sentenza poi ribaltata in appello l’anno seguente. Nel luglio scorso la Cassazione aveva disposto l’appello bis che si è concluso oggi con una nuova assoluzione dell’imputata. In mattinata il procuratore generale Luciana Cicerchia aveva invece chiesto la conferma dell’ergastolo. Cadute quindi con varie formule le accuse di omicidio e di peculato per le fiale di potassio che in base al quadro accusatorio sarebbero state utilizzate. La Corte ha anche disposto la trasmissione degli atti alla Procura per valutare la posizione di alcuni testimoni, in relazione ai reati di false dichiarazioni e calunnia.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui