E’ morta Laura Burioli, instancabile volontaria di Savio

CERVIA. Cordoglio e commozione nella comunità di Savio che piange Laura Burioli, moglie dell’ex presidente del Consiglio comunale e attuale delegato del sindaco Franco Balsamo. Si erano sposati nel 1971 e il prossimo anno avrebbero festeggiato i 50 anni di matrimonio, ma la sorte ha strappato Laura ai suoi cari all’età di 68 anni. Lascia due figli, Vanessa e Fabrizio, in lacrime accanto al padre e a tanti amici attoniti per questo grave lutto. Era nata a Cervia il 30 aprile 1952, lavorando dapprima come maestra elementare e poi all’anagrafe di Castiglione. Una volta pensionata, Laura si è dedicata anima e corpo al volontariato, diventando una colonna portante del movimento. Tante le iniziative con il Consiglio di zona, dall’organizzazione delle feste di paese all’opera ininterrotta nelle scuole, per le quali raccoglieva preziose sponsorizzazioni.

Poi la malattia, che l’ha costretta ad alcuni difficili interventi, sempre assistita affettuosamente dalla famiglia. «Pensavamo di ricoverarla in una clinica – racconta il figlio Fabrizio –, dove avrebbe potuto superare questo brutto periodo, ma questa mattina (ieri per chi legge) è spirata in ospedale, lasciandoci distrutti dal dolore». «Ci preparavamo a festeggiare il traguardo dei 50 anni insieme – aggiunge il marito con la voce strozzata – ma purtroppo è andata diversamente. Tanta gente le voleva bene e me lo sta testimoniando».

Laura e Franco erano sempre insieme, agli appuntamenti sociali e istituzionali ma soprattutto nelle iniziative di un paese come Savio, dove ci si conosce tutti e quando manca qualcuno lascia un grande vuoto. «Laura era una donna instancabile – la ricorda il presidente del Cdz Franco Emiliano Svezia – per il suo impegno nel volontariato e nel sociale, un punto di riferimento per tutta la comunità. La vogliano ricordare così, sempre pronta e disponibile».

massimo previato

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui