E’ morta a 105 anni la donna più anziana del Rubicone

È morta la nonnina da record del Rubicone: 105 anni e 3 mesi e mezzo. Era la più longeva nei 9 Comuni e si è spenta ieri mattina alla residenza sanitaria di Longiano. Maria Grilli, vedova di Arrigo Drudi, era nata a Longiano il 2 giugno 1914 nell’edificio che allora era il mulino ad acqua sul torrente Rigossa al confine con Montiano. La famiglia, molto schiva e riservata, ha sempre preferito festeggiare i suoi compleanni senza clamori mediateci. Ma Maria era molto conosciuta da tanti e tutti si informavano sempre sul suo stato di salute.
Famiglia storica
Con lei se ne va un pezzo di storia di Longiano. La sua è stata una vita dedicata al lavoro e alla famiglia. Era figlia di Ida Menghi (1889-1970) della casata “Vuiòna” di Montilgallo e di Angelo Grilli (1885-1918) della casata “Uimadèl” di Massa. Perse il padre prestissimo, soldato nella prima guerra mondiale. Frequentò le elementari a Longiano centro. Poi andò nel Collegio delle suore della Sacra famiglia a Cesena e ottenne il diploma di licenza complementare nel 1929. Maria Grilli sposò Arrigo Drudi (defunto poi nel 1991) da cui ebbe il figlio Riccardo Drudi che è stato storico socio della Toto arredamenti.
Impiegata comunale per 39 anni
Il 13 marzo 1932 venne assunta dal Comune di Longiano come impiegata nel posto del telefonico pubblico che allora si trovava lungo il Borgo Fausto (si chiamava “Timo” e potrebbe essere considerato l’equivalente dell’odierna Telecom, anche se era un servizio di pertinenza comunale). Il telefono pubblico, dopo il passaggio del fronte, venne poi spostato in piazza Tre Martiri, sotto il porticato, accanto alla farmacia comunale.
Nel 1960 la Grilli viene spostata nell’ufficio anagrafe del Comune di Longiano che allora si trovava ancora nel castello malatestiano, assieme all’altro storico impiegato Mario Golfari. Qualche anno dopo passò all’ufficio tecnico con il geometra Leopoldo Tonti e vi restò fino al 16 luglio 1971, data in cui andò a godersi la meritata in pensione.
Era l’ultimo dei dipendenti assunti dal Comune di Longiano prima della seconda guerra mondiale e ancora vivente.
L’estremo saluto
Domani pomeriggio, alle ore 14.30, si terrà il funerale, presso la chiesa parrocchiale di Longiano. Per suo espresso volere, la salma sarà inviata all’ara crematoria di Cesena e, in seguito quindi le ceneri saranno tumulate nel cimitero di Longiano vicino a quelle del marito spentosi 29 anni fa.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui