Morta “Bettina” Fabbri, storica preside di Novafeltria

Novafeltria dice addio a Bettina Tomei, una vita spesa nella cultura. Si è tenuto ieri pomeriggio, a Novafeltria, alle 15.30, il funerale di Maria Elisabetta “Bettina” Fabbri, coniugata Tomei, storica dirigente scolastica, nonché commerciante nota in tutta la Valmarecchia. È spirata domenica 13 novembre, all’Ospedale di Cailungo presso San Marino, all’età di 84 anni “Bettina”, insegnante e preside da sempre in prima linea per una scuola che fosse alla portata di tutti. Sua anche la richiesta, poi andata a buon fine, di un Liceo linguistico statale, senza limitarsi soltanto a quello privato. Ma non basta. La sua vicenda e le tante battaglie combattute per il polo scolastico che, allora in divenire, è stato plasmato anche grazie alle sue idee saranno presto pubblicate in una biografia messa nero su bianco dalla stessa Tomei che divideva le sue giornate tra le tante iniziative che le stavano a cuore, tutte legate alla sfera culturale, nonché al mondo scolastico. Era conosciuta fuori dai confini dell’Alta Valmarecchia anche per l’attività di famiglia, la “Gioielleria Tomei” aperta a Novafeltria nel 1858 in Corso Mazzini. Al rosario tenuto lunedì sera a partire dalle 20.30, presso la Chiesa parrocchiale di San Pietro in Culto a Novafeltria, hanno partecipato tantissimi ex colleghi e allievi, visibilmente commossi, che si sono stretti intorno alle figlie, Paola e Federica. Tra gli studenti più celebri e affezionati c’è anche l’attuale assessore alla Cultura, Elena Vannoni. C.D.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui