Morciano, “mio figlio ha perso gli occhiali scappando da Kiev”, l’ottica glieli regala

Dall’inizio del conflitto in Ucraina, sono state tante le famiglie giunte nel riminese, molto spesso con figli minori. In tante comunità si sono attivate azioni di solidarietà per provvedere alle necessità dei nuovi arrivati, spesso fuggiti senza portare con sé nemmeno l’essenziale.
Nelle scorse settimane è, ad esempio, arrivato nel riminese, dopo un viaggio di cinque giorni, un bimbo ucraino di 11 anni, scappato da Kiev insieme alla madre e alla sorella di 5 anni.
Il bambino, durante il viaggio, ha perduto gli occhiali da vista e la famiglia che l’ha accolto, a Villa Verucchio, si è accorta della sua miopia.

La famiglia si è rivolta a Vera Biondi, titolare dell’Ottica Biondi di Morciano di Romagna che si è resa immediatamente disponibile per aiutare il piccolo.

«La signora Vera si è prodigata nel visitare il bambino e a fargli gli occhiali nel giro di cinque giorni, mettendo a disposizione il suo negozio e sul suo staff con accogliente gentilezza e professionalità – spiega la famiglia – e al momento del ritiro, la signora non ha voluto nessun compenso. Questo gesto è molto importante – aggiungono – perché evidenzia la presa di coscienza di come, oggi più che mai, abbiamo bisogno di risposte fatte di solidarietà, umanità e senso del dovere».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui