Montiano, i bambini del dopoguerra piangono la morte di suor Flora

La comunità di Montiano piange suor Flora: spentasi a 92 anni e dopo 70 anni continuativi di presenza nel piccolo comune del Rubicone.

Due sere fa è morta suor Flora, che abitava al piano sopra la scuola dell’infanzia situata nella rocca di Montiano.

Faceva parte dell’istituto religioso femminile di diritto pontificio Suore dell’Addolorata: una congregazione fondata nel 1812 a Torre del Greco dal canonico Giuseppe Brancaccio (1773-1842) per accogliere e istruire le ragazze povere. Oggi la sede generalizia è a Roma e conta una quarantina di suore in 8 case.

A Montiano la scuola materna delle suore dell’Addolorata opera da metà del secolo scorso e le religiose arrivarono nel dopoguerra. In un primo tempo si insediarono nel palazzo “Cacciaguerra” su via Roma, poi dagli anni Sessanta si spostarono dentro la rocca di Montiano. Il nome dell’asilo ex “Umberto I” venne cambiato poi in scuola materna “Silvia Cacciaguerra”.

La religiosa era nata ad Afragola (Napoli) con il nome Santa Di Paolo, poi assieme ai voti aveva assunto il nome di Suor Flora. Era a Montiano da circa 70 anni. Un’altra sorella, che pure è stata per poco in servizio a Montiano con lei, era poi andata a prestare servizio in Canada. In zona suor Flora era molto conosciuta. Fece il suo ingresso a 20 anni, nel 1950, e poi ha continuato a prestare servizio nell’asilo fino che ne è stata in grado. Con suor Aurelia e suor Agostina, avevano cresciuto generazioni di montianesi.

Anche adesso, in età non più verde, era rimasta ad abitare nello stesso stabile e la si vedeva qualche volta anche in giro, perché era ancora in grado di spostarsi in autonomia anche se con l’aiuto di un carrello.

Grande cordoglio in paese, dove quasi tutti sono passati dall’asilo delle suore. «Quanti ricordi – sottolinea un’ex allieva – ci radunava per provare insieme le “scenette” che poi recitavamo nella sala del cinema. Ora riabbraccerà le consorelle suor Aurelia e suor Giustina». Ma c’è chi ricorda anche aneddoti: «Ci regalavi il baccalà che era più grande di noi» e ancora: «Tornata dal collegio mi hai insegnato a ballare il twist. Ciao Suor Flora ora balla con gli angeli».

Stasera alle 20.30 verrà recitato il rosario nella chiesa di Montiano. Il funerale è fissato per domani alle 14.30 sempre nella chiesa parrocchiale. La salma arriverà in mattinata, in chiesa e sarà allestita la camera ardente per chi volesse portarle l’ultimo saluto. La messa sarà presieduta dal vescovo monsignor Douglas Regattieri e concelebrata da don Stefano Pasolini, e da don Alessandro Forte che da piccolo frequentò l’asilo da suor Flora. Poi l’ultimo viaggio nel locale cimitero.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui