Una lite in casa, segnalata da un vicino, ha fatto scattare l’allarme dei carabinieri che quando hanno bussato alla porta della giovane coppia di Montescudo-Montecolombo sono stati investiti da un forte odore di marijuana. E l’intervento per un possibile litigio domestico, fatto ricorrente in questo periodo di chiusura forzata in casa causa Covid, ha provocato il sequestro di una serra artigianale: 21 piante di marijuana rigogliose, cariche di infiorescenze pronte per essere raccolte e trattate. Nella credenza, invece, i carabinieri hanno trovato 220 grammi di sostanza già essiccata e pronta allo spaccio. Su disposizione dell’autorità giudiziaria la coppia, lui 37enne, lei 26enne, entrambi incensurati e nullafacenti, è stata posta agli arresti domiciliari con l’accusa di detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio.

Argomenti:

carabinieri

litigio

marijuana

piantagione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *