Montefiore, la Papa Giovanni XXIII aprirà casa per detenuti

La Comunità Papa Giovanni XXIII aprirà a Montefiore Conca una casa di accoglienza per disabili e detenuti che potranno espiare la pena in alternativa al carcere. A questo fine è stato siglato un contratto per l’affitto dello storico ex convento delle Suore delle Maestre Pie dell’Addolorata.  Il trasferimento della casa si è reso necessario sia per ampliare le attività lavorative sia per facilitare l’accoglienza di persone con disabilità nel rispetto delle normative imposte dall’ASL. Fu don Oreste Benzi a proporre che i carcerati svolgessero come lavoro rieducativo un servizio verso le persone più fragili quali i disabili, che rappresentano un’inesauribile fonte educativa per gli stessi detenuti.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui