Montecolombo, azienda si trasferisce: 40 licenziamenti

Da Montecolombo, nel riminese, a Campegine, nel reggiano: è allarme nella Filt-Cgil riminese per il trasferimento della cooperativa S.a., che, accusa il sindacato, porterà “al licenziamento dei dipendenti”, 40 nel sito, per lo più donne. E il sindacato, che ha proclamato lo stato di agitazione, col blocco delle merci in uscita dei magazzini ha chiesto alla Regione, al presidente della Provincia Riziero Santi e alla sindaca di Santarcangelo, Alice Parma delegata al lavoro per la Provincia), un tavolo di salvaguardia. Massimo Bellini, segretario generale, spiega l’articolata struttura di cui fa parte il sito di Montecolombo: “La S.a. che ha sede a Villorba, Treviso- spiega- lavora in subappalto per la Cooperativa Movimoda di San Polo D’Enza di Reggio, che a sua volta opera in appalto per conto di Golden Goose di Milano, proprietà di un fondo americano”. Quindi si sofferma sui motivi del trasloco: “Il mancato rinnovo dell’appalto di magazzinaggio, spedizione e movimentazione merci da parte della Golden Goose. L’appalto invece è stato assegnato a Snatt S.p.a. di Campegine”. Quest’ultima avrebbe l’intenzione di gestire l’attività dalla propria sede, con “cessazione del sito di Montecolombo il 31 ottobre e conseguente licenziamento degli occupati”, aggiunge la Filt-Cgil chiedendo dunque l’avvio del tavolo. 

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui