Monica Guerritore a Forlì con una favola nera di Brecht

E finalmente si torna ad applaudire, dal vero, anche al teatro Diego Fabbri di Forlì, con il primo spettacolo della stagione di prosa proposta da Accademia Perduta/Romagna Teatri. Oggi e domani (ore 21) e domenica 21 (ore 16) il sipario si alza su “L’anima buona di Sezuan”, immortale parabola di Bertolt Brecht, con Monica Guerritore che firma anche la regia. In scena con lei Matteo Cirillo, Alessandro Di Somma, Enzo Gambino, Nicolò Giacalone, Francesco Godina, Diego Migeni, Lucilla Mininno. Con un omaggio all’inizio e alla fine dello spettacolo, la regista e attrice romana dedica il dramma a Giorgio Strehler, che lo allestì al Piccolo di Milano nel 1981. «L’influenza del mio maestro – commenta Guerritore – sta soprattutto nell’idea che l’essere umano si rappresenta perché, attraverso la rappresentazione, qualcuno lo capisca, lo accolga, lo compianga e forse gli dia una soluzione. Nel testo quindi emergono la tenerezza e l’amore per gli esseri umani, costretti dalla povertà e dalla sofferenza a divorarsi gli uni con gli altri ma sempre raccontati con lo sguardo intenerito di chi comprende». In “L’anima buona di Sezuan” si ritrova la grammatica della fiaba: c’è la “prova”, grazie a cui l’eroina riceve la ricompensa dalle tre divinità, c’è la musica, che accompagna come un motivo da carillon il ruotare della scena. Anche i personaggi intono alla protagonista hanno caratteri grotteschi e buffi e la stessa Shen Te è un personaggio fiabesco: Guerritore poi ne accentua l’ingenua disponibilità anche tramite la scelta dei costumi. Ma quella di Brecht, che la scrive fra il 1938 e il 1940, è una favola “nera” dove esistono i cattivi, e gli dei dopo una breve apparizione abbandonano il mondo. C’è salvezza? Solo nel rapporto fra esseri umani, a patto che ci sia una “anima buona” che lo fa emergere e lo nutre. Gli interpreti incontrano il pubblico sabato 20 (ore 18) al ridotto del Fabbri (libero). Biglietti: 29-27 euro. M.T.I.

Info: 0543 26355

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui