Mondo antico, a Rimini un festival che parla a tutti

Festeggiando i duemila anni del Ponte di Tiberio, torna a Rimini, Cattolica, Riccione e Santarcangelo per la 23ª edizione il Festival del mondo antico. Un programma ricchissimo dal 7 al 25 luglio con finale il 22 settembre. Conferenze, lectio magistralis, narrazioni storiche, le più recenti scoperte archeologiche sugli scavi di Rimini. E poi spettacoli, laboratori per bambini e ragazzi, narrative digitali e percorsi guidati sul ponte romano.

Attraversare ponti

Il tema scelto quest’anno, Attraversare ponti, prende spunto da un anniversario prestigioso: i duemila anni del Ponte di Tiberio, fin da allora punto di snodo e di passaggio verso il nord Italia, attraverso la via Emilia e la via Popilia.

A 2000 anni esatti dalla sua costruzione, la città festeggia questa importante ricorrenza valorizzando uno dei suoi più importanti patrimoni. Conosciuto oggi come Ponte di Tiberio, è stato voluto da Ottaviano Augusto. La sua costruzione è iniziata nel 14 d.C. ed è stata completata, in soli sette anni, nel­l’anno 21 d.C. sotto il regno del successore Tiberio, di cui mantiene il nome.

In programma

Fra storia, letteratura, filologia, filosofia, archeologia, arte e spettacolo, il festival si dilata in più serate (7, 9, 10, 14, 17, 24, 25 luglio e 22 settembre) che vedranno il coinvolgimento di importanti personaggi e studiosi: fra questi Roberto Vecchioni cui è affidata la lectio magistralis del 10 luglio.

Daniel Pennac porterà a Rimini il 17 luglio il suo ultimo lavoro teatrale “Dal sogno alla scena” (unica tappa italiana oltre a Bologna). Ma ci sarà anche lo scrittore Giuseppe Catozzella, fino agli amici storici del festival come Giovanni Brizzi, Franco Cardini, Lia Celi, Maria Giuseppina Muzzarelli, Elisa Tosi Brandi.

Un appuntamento è riservato all’autunno con la lectio magistralis di Massimo Recalcati al teatro Galli il 25 settembre, ma il festival continuerà in inverno con un momento di approfondimento scientifico sul Ponte di Tiberio, una giornata di studi in cui verranno presentati i contributi degli studiosi che confluiranno nel volume dedicato al ponte, appuntamento che segnerà la conclusione delle celebrazioni.

A fianco delle iniziative per gli adulti, Piccolo mondo antico festival si rivolge come di consueto ai più giovani con proposte nuove ma anche appuntamenti già collaudati all’insegna del gioco, della creatività e del divertimento.

antico.comune.rimini.it

Vecchioni il 10e i primi eventiprevisti il 7 luglio

Cambia data la lectio magistralis di Roberto Vecchioni, appuntamento che avrebbe dovuto aprire oggi la nuova edizione di “Antico/Presente. Festival del mondo antico”. Per esigenze dell’artista, l’atteso appuntamento è stato rinviato a sabato 10 luglio, sempre alla Piazza sull’Acqua (ore 21,30). I biglietti già prenotati saranno validi anche per la nuova data. Il primo appuntamento con il festival sarà dunque mercoledì 7 luglio, quando alla Piazza sull’Acqua si ritroveranno i direttori di alcuni dei più prestigiosi musei italiani, chiamati a declinare il tema del ponte, filo conduttore del festival. Dalle 21.30 Antonella Gigli, Paolo Giulierini e Christian Greco dialogheranno sul tema “Storie che vengono da lontano”. Sempre il 7 alle 18.30 incontro con Cristina Simonelli al Lapidario e presentazione del volume “Eva, la prima donna”.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui