Mondaino, Massimo Monticelli in residenza all’Arboreto

Il teatro Dimora di Mondaino accoglie in residenza fino al 17 aprile il bolognese Massimo Monticelli, vincitore con il progetto “Cassandra o della verità” della seconda edizione di Eretici. Le strade dei teatri, call per giovani artisti under 28 del panorama nazionale, promosso dal Centro di Residenza Emilia-Romagna, composto dall’Arboreto e dalla Corte Ospitale di Rubiera.
Si tratta del primo dei quattro periodi di ricerca e composizione del nuovo spettacolo, che vedrà anche il tutoraggio, il 14 e 15 aprile, di Elena Di Gioia, studiosa e curatrice di importanti progetti d’arte scenica.
Gli altri tutor che parteciperanno alle successive residenze a Rubiera e di nuovo all’Arboreto saranno Daniele Del Pozzo, Enrico Pitozzi e Gerardo Guccini.

Il processo di ricerca e di creazione sarà accompagnato anche dalla comunità nomade dei Custodi delle Residenze (10 spettatori dell’Emilia-Romagna che seguiranno tutto il progetto Eretici), e dai cittadini di Mondaino e Rubiera che da anni condividono le attività del Centro di Residenza Emilia-Romagna. Le comunità di cittadini e spettatori svolgono un ruolo importante di visione e accompagnamento critico.
Il progetto di Monticelli nasce da un’urgenza di ricerca personale e professionale sul tema della verità, inserendosi in un contesto socioculturale in cui le fondamenta stesse del concetto di verità vengono scosse: la scarsa fiducia nella scienza, l’abbondare di notizie false, l’incapacità di informarsi, la difficoltà nel valutare e prendersi la responsabilità di ciò che si dice e ciò che si fa.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui