Passa la gara di ciclismo, 392 lavoratori messi in cassa integrazione

MODIGLIANA. Scatta la cassa integrazione guadagni ordinaria per 392 dipendenti della “Alpi Spa” che, oggi, avrebbero dovuto svolgere il turno pomeridiano. Una decisione non dipendente dalla volontà della società, che si è trovata ad adottare questa drastica soluzione a seguito del passaggio del campionato italiano a cronometro di ciclismo che interessa anche il comune di Modigliana.


La sorpresa


«Abbiamo appreso solamente mercoledì, per via informale e senza alcuna precedente comunicazione ufficiale, che è stato disposto il divieto di transito e il divieto di sosta con rimozione forzata in via Modigliana da Marzeno a Faenza e da Ponte Rosso a Faenza dalle 14 alle 20 a seguito del passaggio di una gara ciclistica – spiega la stessa Alpi Spa attraverso il portavoce Michele Ruo –. La chiusura al transito di questa strada e particolarmente del Ponte Rosso, unico accesso per raggiungere Modigliana, pregiudica la normale funzionalità ed operatività aziendale durante la giornata, impedendo l’arrivo e la partenza di automezzi per il rifornimento di materie prime e per la spedizione di prodotti a clienti». Insomma, una situazione di disagio che impedirà, quindi, alle maestranze di svolgere regolarmente l’attività lavorativa nel pomeriggio odierno.


L’attività

A questa si aggiungono anche le difficoltà e i disagi creati ai lavoratori che normalmente utilizzano quella strada per raggiungere il posto di lavoro. Un vero e proprio fulmine a ciel sereno per l’Alpi Spa e per gli stessi dipendenti che si sono visti sospendere un intero turno di lavoro per un evento eccezionale. «Tutto ciò compromette la normale funzionalità aziendale ed è un paradosso: questo è un periodo in cui si sta lavorando molto e anzi, chiediamo ai lavoratori turni aggiuntivi. Questa situazione ci ha sorpreso lasciando un po’ di sconcerto – prosegue Ruo –. L’inevitabile sospensione dell’attività lavorativa nella giornata di domani (oggi, ndr), a causa delle limitazioni per il passaggio della gara ciclistica, interviene purtroppo in un momento di forte spinta produttiva grazie alla notevole ripresa degli ordinativi per i prodotti dell’azienda e genererà un evidente danno economico». Per queste ragioni, a favore dei lavoratori che non potranno svolgere la prestazione lavorativa nella fascia di orario dalle 13 alle 21 verrà richiesto l’intervento della cassa integrazione guadagni ordinaria per 392 dipendenti della società, costretta a procedere ad una contrazione dell’attività produttiva per un evento straordinario.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui