Modigliana, il sindaco: “Poca acqua nel fiume, l’invaso idrico è necessario”

«Il tema della scarsità idrica è tornato tremendamente attuale». È così che il sindaco Jader Dardi riaccende i riflettori sul problema della scarsità dell’acqua. Il letto del Tramazzo, infatti, «è ancora scarno, c’è pochissima acqua, e lo dobbiamo tenere a monito nel mantenere alta l’attenzione ed evitare gli sprechi». Il ricordo di quanto successe nell’estate del 2017, quando dai rubinetti di Modigliana non sgorgava più l’acqua, è ancora ben vivo nella memoria dei residenti. «Allora io non ero ancora sindaco – precisa Dardi – ma è un episodio che tutti ricordiamo. È per questo che rinnoviamo alla Regione il sostegno per realizzare e un invaso a fini potabili che possa garantire l’approvvigionamento idrico anche nei momenti di maggiore emergenza». Quando nell’estate di quattro anni fa Modigliana si trovò a tutti gli effetti senz’acqua le autobotti di Romagna Acque «con cui c’è sempre stata una proficua collaborazione», puntualizza il sindaco, portarono l’oro blu nelle case della Valle del Tramazzo. «Ma vorremmo essere autonomi, indipendenti, e questo – sottolinea Dardi – avverrà solamente se riusciremo a dotare il nostro territorio di questo invaso».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui