Modigliana, focolaio nella casa di riposo: quasi 40 i positivi

Allarme contagi alla casa di riposo “Quisisana” di Modigliana. Negli ultimi giorni sono infatti cresciute le persone all’interno della struttura contagiate dal Covid. Sono quasi 40 i positivi tra ospiti e operatori in una struttura che conta una cinquantina di presenze. Quello che preoccupa è che dal primo intervento dell’Ausl Romagna, un paio di settimane fa, la situazione è andata in crescendo nonostante le indicazioni fornite dai sanitari per limitare l’espandersi del virus e mettere in sicurezza chi non è entrato in contatto con il virus. Situazione che non sta avvenendo nella struttura. Un crescendo pericoloso che evidenzia qualche problematiche nella gestione della situazione.

Sono i numeri ad evidenziare un andamento anomalo, che non si è fermato dopo il primo intervento attuato dall’Ausl Romagna. Il 20 marzo i primi casi di persone con sintomi e l’arrivo dei controlli. I primi tamponi rilevano sei casi di positività.

Entra in funzione il meccanismo, ormai collaudato per le strutture di accoglienza, specie per anziani, dove il Covid-19 entra. Indicazioni sui comportamenti da seguire e sulle norme da adottare. Dopo una settimana nuovo giro di tamponi e si scoprono altri 5 positivi, che ovviamente potrebbero essere persone che già avevano avuto contatti con i positivi del primo giro di test.

Nelle due settimane successive viene eseguito un altro screening tra ospiti e operatori e i risultati non cambiano: prima 6 e poi altri 5 positivi. Fino ai giorni scorsi quando un nuovo giro di tamponi fa emergere altri 15 casi di contagiati al virus. Un vero e proprio focolaio che deve far riflettere e da indagare su cosa avvenga all’interno e sul rispetto delle norme previste per evitare il diffondersi del virus.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui