Miramare, sgominata la banda degli spacciatori in monopattino

Monitorare il territorio per controllare e stroncare lo spaccio. È l’attività portata avanti dalla Squadra giudiziaria della Polizia locale che martedì ha consentito l’arresto di una batteria di spacciatori albanesi, di quelli sfruttati per il tempo della durata del permesso di soggiorno, ed al sequestro di 136 grammi di cocaina.

Erano le 19 circa quando gli agenti della squadra guidata dall’ispettore Vincenzo Reale si sono appostati nella zona di viale Enna a Miramare per osservare lo “strano” via vai dei due ragazzi che, a bordo di monopattini: a turno, avvicinavano quelli che sembrava acquirenti di droga. Hanno così deciso di vedere da dove i potenziali pusher si muovevano e, individuato l’albergo dove alloggiavano, chiesta l’autorizzazione al pubblico ministero di turno, hanno deciso di compiere una perquisizione. In tre sono saliti accompagnati alla stanza dal portiere, mentre una collega è rimasta a controllare l’esterno. Quando la porta si è aperta, davanti agli agenti si sono parati i due 23enni che alla domanda se avessero droga, spontaneamente hanno consegnato due involucri con 0,84 e poco più di 3,80 grammi di cocaina. Con questa disponibilità, probabilmente, speravano di aver accontentato gli agenti. Invece no ed insospettiti da tanta collaborazione, hanno dato corso alla perquisizione della stanza mettendo le mani su altri 20 grammi circa di neve, un bilancino di precisione e tutto l’occorrente per confezionare le dosi. L’operazione però non era finita. La collega rimasta in strada, ha raccontato che mentre attendevano di entrare in stanza, aveva visto i giovani calare qualcosa dal balcone con un lenzuolo. È così scattata, sempre dopo il via libera della Procura, la perquisizione del terrazzo che ha dato la sorpresa più grande. Sotto i cartoni della pizza mangiata c’era un altro sacchetto con 111 grammi. Ieri mattina i loro arresti sono stati convalidati e come chiesto dal pubblico ministero Davide Ercolani, resteranno in carcere.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui