Minotti e Gonzalez insieme per ripartire… dai piedi

Cominciare dai piedi, perché è dalla terra che si semina per il domani, e da lì salire al capo, alla mente, alle idee; quelle solide, generose, portate avanti con passione, divertimento, con un poco di follia e tanta femminilità. Su questi capisaldi si è generata a Forlimpopoli, alla fine dell’horribilis 2020, l’associazione Teatro dei Piedi affiliata ad Arci. Le fautrici sono Cristina Minotti, esperta consulente organizzativa di teatro, curatrice di pubbliche relazioni, e Veronica Gonzalez artista argentina da vent’anni in Romagna.

A partire da eventi di spettacolo, le due promotrici della città artusiana hanno allargato lo sguardo sulla comunità che le ospita, sulle donne che la abitano. Incontri e amicizie che nel 2019 hanno generato il gruppo spontaneo Donna Solidale, ora associazione.

«Il pretesto di Donna Solidale – racconta Minotti –, è stata la Giornata della donna 2019; un momento di cultura sociale in cui sono stati raccolti 2mila euro a scopo benefico. Altrettanto avviene adesso, con la 3ª edizione 2021. È pensata in tre momenti di cultura sociale, il primo già applaudito il 25 febbraio; il clou sabato 7 e domenica 8 marzo nel teatro cittadino Verdi, a sostegno delle famiglie indebolite dalla pandemia».

Teatro dei Piedi e Donna Solidale

Veronica Gonzalez è maestra internazionale di teatro di figura e di strada; per lei i piedi sono creazione, fantasia, pupazzi con cui inventa storie che sono state applaudite su palcoscenici di mezzo mondo. Teatro dei Piedi ha collaborato al cartellone di spettacoli di piazza della Festa artusiana 2019; nel suo spazio studio forlimpopolese, Veronica cura laboratori per ragazzi; storytelling e costruzione di burattini e pupazzi di cartapesta, con spettacolo finale.

Donna Solidale e 8 marzo.

Le persistenti restrizioni anticovid costringono ancora Donna Solidale a eventi online; vi hanno aderito le Mariette, promotrici di Casa Artusi, esperte di Protezione civile, attori come Denis Campitelli, lettore di “In du” di Raffaello Baldini, Fabiola Crudeli con la sua compagnia Fuori Scena, insegnanti di danza, giornaliste Rai come Giovanna Greco, l’assessore Paolo Rambelli, la Scuola di musica popolare di Forlimpopoli, Medialuna Tango Cesena, mentre Nicoletta Cosentino di Cuoche Combattenti Palermo ha omaggiato la defunta Ruth Bader Ginsburg, già membro della Corte Suprema degli Stati Uniti d’America, per le sue battaglie per l’uguaglianza di genere.

Due appuntamenti

Due momenti diversi accompagnano il fine settimana; domenica 7 marzo, alle 10.30, Donna Solidale fa sentire la sua voce dal vivo dal Camminamento della Rocca di Forlimpopoli, amplificata in filodiffusione su piazza Garibaldi, con musica, poesie e saluti istituzionali; lunedì 8 marzo, Giornata della donna, diretta streaming alle 21 dal teatro Verdi. È un gran varietà curato da Veronica Gonzalez con musica, poesia, danza, e il suo spettacolare “teatro dei piedi”. Il ricavato sarà devoluto alle famiglie forlimpopolesi in difficoltà.

Ogni giorno fino all’8 marzo, sulla pagina Facebook Donna Solidale, vengono pubblicate pillole video dei cittadini che danno rilievo alle «molteplici sfaccettature della donna».

Iban It 41S 06270 67790 CCO 290251520; causale Donna Solidale

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui