Minorenni ubriachi in centro a Cesena dopo festa, residenti li filmano

Minorenni ubriachi in centro a Cesena dopo festa, residenti li filmano

CESENA. «Attendevano i genitori che pian piano si accatastavano sui marciapiedi con le auto ed i suv per caricarli e riportarli a casa. Tra le 2 e le 3 di domenica mattina gruppi di minorenni, per la maggior parte ubriachi, hanno messo a soqquadro le zone circostanti il Teatro Verdi, con schiamazzi che hanno svegliato tutti e soprattutto mettendosi in pericolo lungo le strade e scavalcando staccionate e muretti attorno al giardino pubblico». La protesta arriva da alcuni residenti della zona centrale cittadina, quella più vicina al teatro Verdi dove nella serata tra sabato e domenica era stata organizzata la prima festa dell’autunno-inverno per le scuole superiori, frequentata dunque anche dai ragazzini più giovani e quasi mai da maggiorenni. I residenti li hanno anche a lungo filmati e l’intento è quello di portare quanto video ripreso direttamente alle forze di polizia. Per chiedere interventi mirati nel prossimo futuro.


«Nessuno può dar da bere alcolici ai minorenni – spiegano i residenti – ma chissà come mai quando escono per feste come questa poi sono sempre ubriachi. I locali normalmente dicono che loro non danno da bere ai minori ma che sono i minorenni che arrivano in zona dopo aver bevuto alcol portato da casa e comprato ai supermercati. Nei market, naturalmente, nessuno vende mai alcolici ai minori e la colpa viene data ai locali notturni… Il rispetto della legge non interessa a nessuno? Noi quando siamo stati svegliati ed abbiamo visto una situazione del genere nel cuore della notte la polizia locale l’ abbiamo chiamata. Ma a controllare non si è presentato nessuno. Come spesso accade durante questi eventi. Ragazzini e ragazzine ubriachi per strada che scavalcavano staccionate, correvano dentro e fuori le mura storiche ed i giardini pubblici. Poi le vetture dei genitori sui marciapiedi per recuperarli ed il rischio per qualche ragazzino di essere investito o di essere spinto “per gioco” in strada. Scene che ormai si vedono troppo spesso. Prima che succeda qualcosa di gravissimo, e non manca molto, servirebbe un bel giro di vite e far rispettare le leggi».

Argomenti:

2 commenti

  1. quale sarebbe il giro di vite? – perche’ io lo conoscerei ma poi tutti i genitori di questi idioti mi denuncerebbero ! …e se uno/a cresce idiota non e’ che lo ha cresciuto uno/a diverso/a…!

  2. Sono solidale con i residenti svegliati dagli schiamazzi. Purtroppo se ci scappa il morto nessuno interviene.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *