Rimini, minaccia la moglie con la pistola, arrestato 45enne

«Meriti di morire, non ho paura dei carabinieri ti ammazzo lo stesso e metterò in giro per Rimini delle croci con il tuo nome. Sei soltanto una sbirra».

In esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere firmata dal Gip del tribunale di Rimini Manuel Bianchi, su richiesta del sostituto procuratore Davide Ercolani, i carabinieri hanno arrestato un uomo di 45 anni originario della Sicilia, residente a Rimini.

Secondo l’accusa, si sarebbe reso responsabile di maltrattamenti nei confronti della moglie, picchiata più volte nel corso del matrimonio e finita anche in ospedale per le botte.

La donna, dopo l’ultima aggressione che risale allo scorso mese di marzo ha trovato rifugio in una casa protetta. Ai carabinieri ha raccontato anche vecchi episodi, tra i quali una rapina subita con metodi violenti. Il fatto, mai denunciato prima, sarebbe avvenuto cinque anni fa: l’uomo l’avrebbe trascinata per un braccio sul balcone e lì le avrebbe puntato una pistola al petto: «Se non mi dai i soldi ti ammazzo». Un’altra volta il marito le aveva “aperto” un sopracciglio con uno schiaffo, soltanto perché lei voleva sapere se fosse vero che frequentava una donna.

L’articolo completo sul giornale in edicola oggi

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui