Milano Marittima, venditore abusivo scovato in spiaggia grazie a un post su Facebook

Nei giorni scorsi i militari della Tenenza della Guardia di Finanza di Cervia, in due distinti interventi, hanno sequestrato a Milano Marittima circa 600 articoli contraffatti, tra capi di abbigliamento, borse, altri articoli di pelletteria, orologi ed accessori delle più note griffe dell’alta moda.
In una prima operazione, le Fiamme Gialle cervesi hanno individuato un senegalese che era stato ritratto in un post pubblicato su Facebook mentre era intento a proporre in vendita ai bagnanti di Milano Marittima alcune borse contraffatte. Gli approfondimenti svolti e le informazioni raccolte sul territorio hanno quindi permesso di identificare lo straniero e di rintracciarlo dove effettivamente era solito attendere i suoi “clienti” presso i bar degli stabilimenti balneari. Lo stesso è stato quindi sorpreso mentre stava recuperando da una siepe un bustone contenente alcune borse in pelle riproducenti i modelli più in voga delle collezioni Prada, Gucci, Louis Vuitton ed Hermes, risultate poi tutte abilmente contraffatte. All’uomo, residente a Castiglione di Cervia, è stato sequestrato molto materiale contraffatto.
Il secondo intervento è stato invece in un’attività commerciale sin centro a Milano Marittima, all’interno della quale erano stati posti in vendita fermacapelli, elastici in tessuto e sciarpine, tutte riportanti i marchi contraffatti delle note case di moda Louis Vuitton, Fendi, Gucci, Chanel e Burberry. I finanziari hanno proceduto ad una accurata ricognizione del materiale in vendita rinvenendo, oltre agli accessori, anche i tessuti marcati Louis Vuitton, Chanel, Gucci, Versace, Fendi, e Dolce & Gabbana, utilizzati per realizzare le sciarpe.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui