Milano Marittima, la lite della spiaggia dei vip risolta con una donazione alla associazione di Michelle Hunziker

Con una donazione di 200 euro nei confronti di un’associazione a tutela delle donne vittime di violenza e le scuse formali, si chiude davanti al giudice di pace la querelle giudiziaria tra il titolare del Bagno Paparazzi, Patrick Baldassari, e l’albergatrice Elca Marra, che lo aveva querelato accusandolo di percosse e, successivamente, di estorsione. La vicenda risale all’11 giugno 2019, quando, a causa di un contenzioso sul noleggio degli ombrelloni ad uso dei clienti dell’hotel nella spiaggia dei vip, Baldassari avrebbe cercato un confronto raggiungendo l’imprenditrice nella hall del suo albergo. Nello scambio verbale, si era giunti a un contatto tra i due: una stretta alla mano sinistra percepita dalla donna come uno scatto d’ira. Materia da giudice di pace, dove l’albergatrice, assistita dall’avvocato Chiara Belletti, si è presentata come parte offesa. Baldassari (tutelato dagli avvocati Massimiliano Nicolai e Filippo Cappelletti) già a suo tempo ha negato la violenza di quel confronto. Ieri pomeriggio la vicenda si è chiusa definitivamente, sull’onda della proposta avanzata dal giudice di pace: donazione e scuse. Baldassari ha scelto come beneficiario, l’associazione “Doppia difesa” che vede tra le fondatrici anche Michelle Hunziker. Chiuso il fronte penale, rimane aperto quello civile, dove il titolare del Paparazzi con la sua Vip srl rivendica un credito di 42mila euro verso la società rappresentata da Marra.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui