FAENZA. Al Museo internazionale della ceramica di Faenza sono arrivati 50 pezzi unici di Pablo Picasso provenienti dalle collezioni del Musee National Picasso-Paris. L’esposizione, intitolata “Picasso. La sfida della ceramica” è a cura di Harald Theil e Salvador Haro con la collaborazione di Claudia Casali, è visibile già da qualche giorno e andrà avanti fino al 13 aprile. Domani e venerdi’ 15 novembre, alle 17.30, sono previste visite guidate gratuite (incluse nel prezzo del biglietto).

Nella mostra sono analizzate le fonti di ispirazione di Picasso, proprio a partire dai manufatti delle collezioni del Mic e dunque la ceramica classica (con le figure nere e rosse), i buccheri etruschi, la ceramica popolare spagnola e italiana, il graffito italiano quattrocentesco, l’iconografia dell’area mediterranea (pesci, animali fantastici, gufi e uccelli) e le terrecotte delle culture preispaniche che saranno esposte in un fertile e inedito dialogo con le ceramiche di Picasso. Una sezione speciale, inoltre, è dedicata al rapporto tra Picasso e Faenza, dato che il museo conserva diversi pezzi dell’artista, grazie a Tullio Mazzotti di Albisola, Gio Ponti e i coniugi Ramiè che furono sollecitati a chiedere alcuni manufatti al maestro per un’esposizione a Faenza e, soprattutto, per la ricostruzione delle Collezioni d’arte ceramica moderna andate distrutte nell’ingente bombardamento alleato del maggio 1944. Apertura dal martedì al venerdì 10-16; sabato e domenica 10-17.30. L’ingresso costa 14 euro intero, 10 euro ridotto Per info: 0546 697311 o www.micfaenza.org.

Argomenti:

faenza

Mic

picasso

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *