Essere un musicista non significa solo saper far vibrare delle corde, avere una particolare dimestichezza nelle dita, avere una cassa toracica capace di accogliere una notevole quantità d’aria oppure avere delle mani svelte per far battere tamburi o piatti. La musica non è solo esecuzione e tecnica statica che si apprende, ma è tanto altro ancora. Un vero musicista oltre ad eseguire bene un brano deve essere capace di leggere la musica ma soprattutto sentirla. Proprio così, un vero musicista deve capire come migliorare l’esecuzione, se ci sono elementi o fattori che hanno alterato la melodia del suo strumento. E ovviamente oltre alla purezza del suono è bene conoscere il ritmo. Sapere quando è il momento di tenere più a lungo la nata oppure no, come scandire il ritmo e soprattutto con quale velocità e lentezza eseguire le note che compongono una melodia. Insomma, è evidente che dietro ad una bellissima performance musicale c’è uno studio immane. In particolare due degli “oggetti” o per meglio dire degli aiuti di cui un musicista non può fare a meno sono il metronomo e gli accordatori. Due strumenti essenziali e che un vero musicista impara a conoscere quasi prima di riuscire a dire di essere un vero musicista. E’ possibile trovare accordatori e metronomi online, così da avere una visione globale e scegliere quello più utili per noi. Ma cerchiamo di capire a cosa servono questi due oggetti.

1 Metronomo

Questo è uno degli strumenti più importante per un musicista. Potremmo definire il metronomo come lo strumento usato in musica per misurare il tempo e la scansione ritmica. Questo risulta essere un ottimo sussidio allo studio di un brano musicale, consentendo al musicista di essere supportato da un battito costante così da evitare di accelerare troppo o rallentare troppo. Con questo strumento sarà possibile scandire bene il tempo, indicando la velocità esatta di un brano. Ovviamente è bene apprendere le tecniche per utilizzarlo al meglio. E’ un valido per un insegnante che va a che fare anche con i principianti in quanto lavorare sulla scioltezza prima facendo eseguire il brano ad un ritmo lento e poi gradualmente aumentare la difficoltà e proporre un ritmo più veloce. E’ chiaro che questo strumento è indispensabile per la pratica musicale e per conquistare la base ritmica.

2 Accordatori

L’accordatore ha agevolato e facilitato la vita di tutti i musicisti. Per accordatore intendiamo uno strumento intonatore che facilita l’accordatura dello strumento. Sul mercato esiste l’accordatore cromatico che riconosce tutte le note e può essere usato per tutti gli strumenti musicali, mostrando una nota per volta. E poi vi è l’accordatore polifonico che mostra l’accordatura di tutte le corde e in questo modo possiamo sempre controllare velocemente l’accordatura delle nostre corde. A prescindere da queste due importanti differenze esistono diversi tipi di accordatore: l’accordatore stroboscopio, precisissimo ma anche molto costoso, accordatore portatile, comodissimo perchè pratico e tascabile, accordatore a clip, che può essere lasciato direttamente sulla paletta del nostro strumento, accordatore a pedale, utile soprattutto per chi suona online, accordatore da rack, molto sofisticato e preciso, accordatore da foro di risonanza, ideato per essere agganciato al foro di risonanza della chitarra, accordatore per smartphone, è un tipo di accordatore che sfrutta il microfono e per molti è poco attendibile, accordatore virtuale, è gratuito e si trova online

Argomenti:

musica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *