Il nuovo capolinea del Trc sarà nella zona Navi di Cattolica

Il Metromare è pronto a mettere in cantiere anche il terzo tratto dell’opera che collegherà Cattolica a Riccione.

La Regione ha approvato lo la convenzione necessaria per ottenere i 34 milioni di euro di finanziamenti statali previsti dalla legge di Bilancio 2019. Serviranno per allungare il Trasporto rapido costiero che ora va da Rimini a Riccione e che proseguirà il nuovo investimento fino al confine sud della provincia. Il nuovo stralcio sarà lungo in tutto 3,8 chilometri, da Cattolica zona Navi fino a Misano Brasile. Resta escluso Riccione, perché il Comune non ha voluto prendere parte al progetto e nel cui territorio i mezzi usciranno dalla corsia protetta.

“Si va verso il completamento di un’opera importante per l’intero territorio regionale – commenta l’assessore ai Trasporti e al Turismo, Andrea Corsini -. Un sistema elettrico a zero emissioni che eleva l’efficienza dell’offerta di mobilità e rafforza le infrastrutture della costa, con indubbi benefici per gli operatori economici, i turisti e i tanti cittadini che si spostano quotidianamente per studio e lavoro. Inoltre, il Metromare contribuirà a migliorare l’assetto urbano e la qualità dell’aria per tutti i residenti della Riviera”.

La convenzione tra Regione Emilia-Romagna, Provincia di Rimini, società consortile Pmr (Patrimonio Mobilità) e i Comuni di Rimini, Cattolica e Misano Adriatico (capofila del progetto) consentirà di realizzare il nuovo tratto dell’opera.

Argomenti:

cattolica

METROMARE

misano

Pmr

Provincia

regione

trasporto pubblico

trasporto rapido costiero

trc

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *