Mercato Saraceno, gravi ritardi nei lavori: il Comune ingaggia un consulente

Con una nota l’amministrazione comunale di Mercato Saraceno fa il punto sull’andamento dei lavori pubblici che sono stati appaltati in particolare sulla messa in sicurezza sismica dell’edificio comunale, della scuola elementare Ricchi, sulla riqualificazione del centro sportivo di San Damiano e della costruzione del Ponte di Piavola.

Il forte incremento dei costi dei materiali da costruzione e il loro difficile reperimento, sta producendo gravi conseguenze sugli appalti pubblici e forti incertezze che si ripercuotono sul buon andamento dei lavori e sui rapporti con le imprese.  Ciò comporta il rischio per le pubbliche amministrazioni del mancato rispetto da parte degli operatori economici dei cronoprogrammi approvati e l’onere conseguente, di incrementi dei costi delle opere.

Anche a Mercato Saraceno questi effetti stanno producendo importanti conseguenze; infatti, pur cercando di mantenere fede agli obiettivi fissati per la realizzazione delle opere da avviare e già in cantiere, gravi ritardi stanno mettendo in difficoltà uffici, amministrazione e soprattutto i cittadini.

Costante è stato il confronto  con le imprese appaltatrici per capire come risolvere le questioni in essere con l’obiettivo di dare risposte adeguate ai cittadini e non perdere i preziosi contributi pubblici.

Per questo si è deciso di avvalersi di un consulente esterno, esperto in materia di appalti pubblici al fine di salvaguardare gli interessi dell’ente e dei cittadini e nei prossimi giorni verrà dato un incarico all’avvocato Loriano Maccari professore presso l’Università di Urbino “Carlo Bò” che ha dato la propria disponibilità nel supportare il Settore Sviluppo e Gestione del Territorio di Mercato Saraceno nelle procedure eventualmente necessarie a partire dal Ponte di Piavola, cantiere in corso e che sta accumulando un grave ritardo .

Una situazione molto delicata fa sapere il Vice Sindaco e assessore ai lavori pubblici Raffaele Giovannini della quale siamo tutti consapevoli, in questi mesi i nostri uffici hanno lavorato costantemente  per cercare di fare rispettare i contratti, abbiamo mantenuto un dialogo continuo e collaborativo con le imprese  appaltatrici per capire quali fossero le reali problematiche ma di fronte ad un quadro così complicato sia per dare risposta ai cittadini che  per non perdere gli importanti finanziamenti pubblici siamo arrivati alla decisione di avvalerci di un consulente esterno.  Già nei giorni scorsi è stato avviato un confronto con i soggetti direttamente coinvolti dai vari lavori pubblici sopra menzionati ed è nostra intenzione mantenere   un rapporto trasparente e collaborativo anche con i cittadini per spiegare loro le motivazioni del ritardo perché per noi il dialogo è la forma più importante di democrazia.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui