Forlì, mercato ambulante via da piazza Saffi nel 2022

Piazza Saffi libera dal mercato ambulante nel 2022 per rilanciare il centro storico. Questa è la fotografia emersa dall’ultimo incontro tra Comune e associazioni di categoria nell’ambito della stesura del corposo piano che l’amministrazione ha intenzione di presentare entro l’estate.

«È emersa l’esigenza da parte del Municipio di liberare piazza Saffi – afferma Fabio Lucchi di Confesercenti -. Fino ad ora si è sempre trattato di voci e non si era mai arrivati a questo punto. Tutto ciò innesca preoccupazioni tra gli ambulanti del mercato cittadino, ma siamo solo all’inizio di un cammino. Nulla è ancora scritto, ci troviamo in piena fase di elaborazione: ci stiamo rapportando con la base associativa e c’è un confronto in atto». Chiaramente tutto ciò crea apprensione, sopratutto tra chi ogni lunedì e venerdì da 21 anni posteggia i propri banchi tra piazza Saffi, via delle Torri, piazza Ordelaffi e piazza Cavour.

«Alla luce di questa scelta, è fondamentale capire quali sono le alternative – aggiunge Lucchi -. Le piste possibili sono due: mantenere il mercato in centro storico, e quindi individuare un’altra postazione idonea che potrebbe essere via dei Girolimini e zona San Biagio, oppure spostarlo fuori e, in questo caso, l’ipotesi più plausibile sarebbe proprio quella de I Portici. Questo è un tempo in cui possiamo elaborare noi delle opzioni, ma a prescindere dalle proposte che sottoporremo all’amministrazione sarà proprio quest’ultima ad avere l’ultima parola. Spostare il mercato, a questo punto, è una volontà del Comune ed una scelta politica».

«Il tema è proprio questo – fa eco Alberto Zattini direttore di Confcommercio –, si sta ragionando su come intervenire per rilanciare il centro storico che necessita di interventi organici. L’amministrazione, e lo stesso sindaco Gian Luca Zattini, non ha mai negato di prendere in considerazione le proposte avanzate dalle associazioni di categoria e vista la volontà di liberare piazza Saffi è necessario pensare ad un ricollocamento del mercato, sia in centro storico o ai Portici, nell’area posteriore. Questa si presterebbe molto bene ad accogliere questo tipo di attività. L’ago della bilancia è l’Amministrazione, non solo gli ambulanti o i commercianti».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui