Mercati finanziari: cosa aspettarsi nel 2022 dalle borse europee?

Il mercato azionario nel 2021 ha regalato grande gioie a tantissimi investitori: un po’ in contrasto con quello che accadeva nel mondo “reale”, pesantemente condizionato dalla pandemia e dalle restrizioni imposte per il controllo dei contagi, i listini nel corso di questi dodici mesi hanno macinato record su record. Ma ora è il momento di volgere lo sguardo al 2022 e sono tanti gli aspetti che possono farsi sentire sui mercati finanziari.

L’emergenza sanitaria è di nuovo di grande attualità, con la scoperta della variante Omicron. A questa si aggiungono un’inflazione fuori controllo e le mosse delle banche centrali, con la Fed che sembra già pronta ad intervenire in modo concreto. Ma gli analisti ed i grandi nomi della finanza sono ottimisti e prevedono un altro anno positivo per le varie piazze (anche se a ritmi più bassi rispetto a quest’anno), con le borse europee a fare la voce grossa.

La marcia di avvicinamento ai mercati finanziari

Chi ha intenzione di avvicinarsi ai mercati finanziari per approfittare di questa situazione deve innanzitutto capire come lo può fare. A questo proposito, un valido supporto arriva da Giocare In Borsa 24, portale specializzato nel mondo degli investimenti finanziari che aiuta il trader nella scelta della piattaforma migliore e degli strumenti finanziari con cui operare.

Il mondo degli investimenti è molto cambiato grazie ad internet ed agli enormi progressi tecnologici fatti dalle piattaforme di negoziazione. Grazie al trading online è possibile accedere ai mercati finanziari con un semplice smartphone connesso alla Rete e con capitali iniziali relativamente contenuti. Il trading permette di negoziare strumenti finanziari derivati che replicano la quotazione degli asset, speculando sulle loro variazioni sia al rialzo che al ribasso.

Come sfruttare le piattaforme di negoziazione

Il primo passo consiste nella scelta della piattaforma: deve essere sicura, ovvero fornita da soggetti affidabili (quindi bisogna rivolgersi a broker regolamentati), facile da usare, con un deposito iniziale contenuto e senza commissioni fisse. Tra i migliori intermediari è possibile segnalare eToro, Trade e IQ Option: sono tutti soggetti regolamentati e di elevata qualità. Una volta scelto il broker e creato l’account è possibile accedere ai vari mercati finanziari.

Le piattaforme di negoziazione consentono di investire in azioni, materie prime, indici, criptovalute e forex (mercato dei cambi). Gli strumenti finanziari più utilizzati sono i CFD, ovvero i contratti per differenza, ma si può investire in borsa anche tramite gli ETF ed i fondi di investimento. Per fare le mosse giuste bisogna conoscere bene i mercati e prendere confidenza con concetti come l’analisi tecnica e l’analisi fondamentale e con gli strumenti che consentono di gestire il rischio.

Le previsioni del 2022: borse europee in grande spolvero

Gli analisti premiano le piazze europee per un paio di motivi: innanzi tutto sono convinti che la BCE non sia ancora pronta ad intervenire sui tassi (mentre la Fed potrebbe muoversi con un anno di anticipo rispetto alla sua tabella di marcia) e poi nel Vecchio Continente la ripresa economica non è ancora giunta al suo culmine ed il margine di crescita è ancora ampio. Da monitorare con grande interesse anche l’azionariato giapponese.

I listini azionari nel 2022 saranno trainati soprattutto dai titoli che fanno parte di quei settori che negli ultimi due anni hanno subito maggiormente gli effetti negativi della pandemia, come i viaggi ed il turismo. Un altro settore da seguire con grande attenzione è quello degli energetici, soprattutto nei Paesi emergenti ed in Europa. Gli occhi vanno puntati anche sui titoli legati alla transizione green, pure a livello nazionale, e nel settore tech, in particolar modo alle azioni delle imprese attive nella produzione dei semiconduttori.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui