Era sottoposto al regime della permanenza domiciliare per una serie di furti commessi nel Riminese e per questo doveva rispettare gli orari imposti dal Gip per andare al lavoro, ma una serie di violazioni gli hanno invece aperto le porte del carcere. Un operaio 41enne è stato arrestato venerdì sera dai Carabinieri del nucleo operativo radiomobile della compagnia di Meldola, guidato dal tenente Gino Lifrieri. L’uomo, residente a Meldola, è stato raggiunto dal provvedimento della Corte d’Appello di Bologna che definisce lo straniero incapace di autocontrollo a fronte di una sociale pericolosità. In pratica non rispettando le norme del giudice per le indagini preliminari di Rimini, il regime di permanenza domiciliare non era più possibile. L’operaio era stato indagato e arrestato perché ritenuto responsabile di alcuni furti commessi con dei complici nel Riminese: gasolio e attrezzature vari il bottino di una serie di reati contro il patrimonio.

Argomenti:

carabinieri Meldola

furti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *