Maxischermi per l’Italia in tutto il Cesenate

La possibilità di vedere la nazionale maschile di calcio centrare domenica sera un risultato che manca dal 1968 è qualcosa che non solo i cesenati non intendono perdersi, ma che intendono vivere in compagnia. E ne sono la prova i “tutto esaurito” che stanno collezionando i locali dove la prenotazione è obbligatoria e lo schermo è maxi.

A questo appuntamento con un pezzetto di storia del calcio maschile nazionale, ci si sta preparando da giorni in tutto il territorio. Lo sa bene anche la prefettura di Forlì-Cesena che, a maggior ragione dopo i festeggiamenti sfrenati dei giorni scorsi, ha diramato una nota in cui riferisce come questo appuntamento sia stato al centro dell’ultima riunione del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica e soprattutto ha sottolineato come siano ancora vigenti le restrizioni anticovid e quindi vietati gli assembramenti.

Nel frattempo dal mare alla collina fioccano bar, locali, centri sociali che si stanno organizzando in vista dell’appuntamento di domenica sera per accogliere tifosi e gruppi di amici. A Cesena è già sold out il Chiosko ai giardini Savelli. Qui il maxischermo per gli appuntamenti calcistici importanti è una tradizione e i 700 posti disponibili sono andati esauriti in poco tempo. Una buona alternativa la propone il Club Ippodromo, nelle precedenti partite l’affluenza media è stata di 500 spettatori, ma il prato è grande e per domenica è attesa più gente. Poi tantissimi locali metteranno a disposizione televisioni over size per gli appassionati di calcio.

Ha scelto la formula utilizzata per tutte le serate estive senza prenotazione ma fino a esaurimento posti l’arena Arcobaleno a San Mauro Mare, che utilizzerà il maxi schermo cinematografico. Nel territorio comunale, ma nel capoluogo, ci sono altri due maxischermi: al centro giovani della parrocchia e al locale Uva Nera. Hanno optato invece per la formula a ingresso gratuito ma su prenotazione le due arene dedicate agli eventi a Gatteo Mare: la Rubicone e quella di piazza della Libertà. Nel territorio comunale di Longiano si segnalano due maxischermi: uno in pianura, nella parrocchia di Budrio di Longiano guidata da don Filippo Cappelli, nell’area retrostante la chiesa. L’altro è nel capoluogo in piazza Tre Martiri a cura del Baracchino. Due maxischermi anche a Gambettola: al parco Fellini a cura della baita “Otto e Mezzo” e nell’area verde di piazza Moro a cura del bar “Bosco verde”. A Montiano il maxischermo sarà in piazza Maggiore a cura del bar Centrale.

A Cesenatico si è optato per una organizzazione diffusa. Locali e stabilimenti balneari si stanno attrezzando praticamente tutti con schermi molto grandi. Nel primo caso saranno orientati verso la strada, nel secondo caso verso la spiaggia, ma ovviamente sempre all’aperto.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui