Massimo Pulini spiega Guido Reni al museo di Rimini

Il mese delle feste è l’occasione speciale per scoprire Rimini con i suoi oltre duemila anni di storia, dalla città romana a quella medioevale e rinascimentale fino a giungere a quella felliniana rappresentata dal nuovo museo dedicato al cineasta e dal cinema Fulgor, immortalato da Fellini in Amarcord. Per chi desidera immergersi nell’atmosfera delle feste con la curiosità di scoprire il patrimonio di arte e cultura, a dicembre tante sono le opportunità per scoprire la città con occhi nuovi. A partire dalle iniziative organizzate dai musei, come la visita alla mostra dedicata a Guido Reni con il curatore Massimo Pulini che presenta il dipinto Paesaggio con amorini, in programma sabato 11 dicembre alle ore 11 al Museo della Città. L’opera è un paesaggio con scherzi di amorini (olio su tela, cm. 77 x 60, 1601-1609), riemerso sul mercato antiquario e già attribuito a Francesco Albani (o alla sua scuola), che ora viene riconosciuto come un raro capolavoro della produzione giovanile di Reni, per di più ricondotto alla committenza di Odoardo Farnese. Accompagnamento musicale con Delilah Gutman, canto e parola, e Filippo Dionigi, clarinetti e saxofoni. Costo: 5 euro. www.ticketlandia.com

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui