Massalombarda, i Musica Nuda al Carmine

La sala del Carmine di MassaLombarda torna a ospitare un concerto del festival jazz regionale Crossroads questa sera – venerdì 8 ottobre – alle 21 con i Musica Nuda, consolidato duo formato dal bassista Ferruccio Spinetti (membro degli Avion Travel) e dalla cantante Petra Magoni.

Spinetti, cosa possiamo aspettarci dal concerto di stasera?

«Sembra strano, ma non lo so. Dopo diciott’anni Petra ed io abbiamo un’intesa tale per cui decidiamo una scaletta ogni volta diversa, anche in base al luogo in cui siamo. Questo è il vantaggio di essere solo in due, perché con gli Avion Travel, ad esempio, o comunque in una band più numerosa, questo non è possibile».

Intende che decidete quali brani proporre in base a come “suona” il luogo del concerto?

«Sì ma non solo questo; anche in base a quel che ci ispira. Ad esempio recentemente abbiamo suonato all’Agnata, in quella che era la casa estiva di Fabrizio De Andrè in Sardegna, e nei concerti seguenti sono “magicamente” apparse otto canzoni di De Andrè in scaletta».

Anche se in un festival jazz, non si può dire che Musica Nuda sia un duo jazz: Magoni, come vi trovate in quest’ambito?

«Dipende da cosa intendiamo per jazz: se consideriamo l’essenza e il motivo per cui il genere è nato, cioè la libertà d’espressione, siamo assolutamente jazz, perché come diceva Ferruccio ogni nostro concerto è diverso. Anzi, forse lo siamo più di alcuni musicisti jazz che fanno sempre lo stesso assolo».

Essendo lei una cantante, le grandi vocalist del passato, da Ella Fitzgerald a Billie Holiday, sono un riferimento?

«Lo sono, ma io cerco di andare oltre, perché trovo inutile riproporre quello che hanno fatto loro. Quelle grandi voci hanno raggiunto livelli talmente elevati, che imitarle sarebbe comunque perdente».

Biglietti a 15 euro

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui