Massaggiatori per la cervicale: è boom di ricerche online, ecco dove trovare i migliori

Le ricerche del settore mostrano che in Italia il 70% della popolazione soffre, almeno in modo occasionale, di dolori legati alla cervicale. Negli ultimi due anni purtroppo il problema sembra essersi intensificato, come mostrato da diversi indicatori. La causa può essere individuata soprattutto nella riduzione delle attività fisiche e motorie, che hanno un effetto benefico su molti aspetti, tra cui anche la funzionalità articolare, e l’incremento dello smart working che ha portato molte persone ad avere una vita sempre più sedentaria.

In questa modalità lavorativa infatti tutte le attività vengono svolte davanti al pc durante l’intera giornata, anche quelle che in passato prevedevano uno spostamento, come ad esempio la visita ad un cliente o un fornitore, o una riunione del personale. Tutto ciò si è tradotto in un vero e proprio boom di ricerche online per individuare soluzioni adeguate e in grado di risolvere, o almeno alleviare, questa situazione sempre molto spiacevole. Inoltre non è da sottovalutare il ruolo dello stress e dell’ansia che purtroppo sono inevitabilmente fattori di cervicalgia.

Parlando dei possibili rimedi, sempre più al centro delle ricerche sul web, una novità in tal senso è quella dei massaggiatori per cervicale, che rappresentano un metodo utile per intervenire sui dolori ai muscoli e alle vertebre della cervicale. In generale è sempre consigliabile rivolgersi ad un fisioterapista o ad un osteopata per avere una diagnosi personalizzata accurata e ricevere una tabella di esercizi personalizzati particolarmente utili per affrontare il problema. Decidere però anche di utilizzare un massaggiatore può alleviare notevolmente il dolore.

Scelta e tipologie di massaggiatori per cervicale

In commercio ne esistono varie tipologie ma i migliori massaggiatori per la cervicale sono studiati nei minimi dettagli in modo da riprodurre l’effetto di un massaggio terapeutico, andando a stimolare la corretta circolazione sanguigna e provocando la distensione dei muscoli. Le caratteristiche possono differenziarsi tra un modello e un altro ma l’obiettivo finale resta lo stesso, creare una piacevole distensione della cervicale.

Le principali tipologie di massaggiatori per cervicale sono i:

  • Cuscini massaggianti.
  • Modelli con maniche.
  • Cuscini a collare.
  • Modelli con manico.

I cuscini sono ideati per essere collocati dietro al collo o alla schiena, in modo da essere poi utilizzati in poltrona, a letto o anche in auto durante un tragitto. Rispetto ad altri modelli hanno il vantaggio di poter essere utilizzati anche su altri punti del corpo in caso di dolori muscolari. I cosiddetti modelli “con maniche” sono invece dei cuscini ricurvi (da qua il nome che ricorda appunto la forma delle maniche), che vengono collocati attorno al collo e lungo tutto l’arco delle spalle. Spesso hanno delle vere e proprie maniche in cui è possibile infilare le braccia e sono probabilmente la soluzione migliore per chi presenta dolori anche alle spalle.

I modelli a collare sono quelli che offrono la maggior resa per chi soffre di dolori prettamente localizzati al collo ma hanno il “limite” di poter essere impiegati solo in questa parte del corpo. I modelli con il manico sono i più semplici e presentano una zona massaggiante posta all’estremità di un manico e possono quindi essere impiegati in qualsiasi parte del corpo. Rispetto alle altre tre tipologie hanno una resa leggermente inferiore sulle problematiche alla cervicale, in quanto sono un prodotto dall’uso più generico.

Caratteristiche tecniche di questi prodotti

In generale è sempre importante selezionare un buon massaggiatore per cervicale per ottenere la resa desiderata. Il primo passo da compiere è quello di individuare il modello maggiormente adatto alle proprie problematiche, in base alla zona del corpo solitamente interessata da dolore. Un buon massaggiatore dovrebbe poi avere delle testine massaggianti di piccola dimensione ma in grado di realizzare diversi movimenti.

Può essere utile anche un numero maggiore di 4 testine rotanti, in modo da poter simulare efficacemente la rotazione in almeno tre direzioni diverse e riprodurre la tecnica pressoria del massaggio shatsu. In alcuni casi il funzionamento di questo dispositivo prevede invece la presenza di elettrodi per l’elettrostimolazione della parte interessata. Seguendo una buona guida, realizzata da esperti del settore, è possibile scegliere un ottimo massaggiatore e ottenere vantaggi come ad esempio:

  • Maggior rilassatezza.
  • Senso di piacere durante il massaggio.
  • Libero utilizzo durante la giornata.
  • Distensione muscolare.
  • Miglioramento della circolazione sanguigna.
  • Riduzione o eliminazione del dolore.

Per l’ottenimento di questi vantaggi può essere molto utile anche l’impiego di un prodotto che preveda la possibilità di regolare l’intensità dell’esercizio. Tutti i massaggiatori prevedono poi una fonte di alimentazione, solitamente posta nella batteria al litio ricaricabile, e possono essere comodamente utilizzati senza la necessità di disporre di particolari competenze tecniche. In conclusione i massaggiatori per la cervicale possono quindi essere strumenti molto utili per affrontare nel migliore dei modi questa problematica tanto fastidiosa.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui