Massa Lombarda, insediata la Consulta dei ragazzi

MASSA LOMBARDA. Alla presenza del sindaco Daniele Bassi e del vicesindaco Carolina Ghiselli, è avvenuto l’insediamento formale dei nuovi eletti della Consulta delle Ragazze e dei Ragazzi oltre alla presentazione di alcuni progetti. L’incontro con i 13 alunni delle scuole elementari e con i 24 delle scuole medie si è svolto dalle 17 alle 19 tramite la piattaforma online “Google Meet”. Dopo alcune domande da parte dei ragazzi eletti verso i membri della Giunta si è proseguito con l’elezione del Presidente, del Vice della Consulta (per regolamento, alunni delle medie) e di un rappresentante principale delle scuole elementari. I risultati delle votazioni hanno decretato Presidente Larissa Giorgiana Borez (scuola secondaria di primo grado “Salvo D’Aquisto”, classe 2° A), Vice Francesco Ferro (scuola secondaria di primo grado “Salvo D’Aquisto, classe 1° C) e rappresentante delle primarie Rubbi Lorenzo (scuola primaria Luigi Quadri) con eventuale sostituta Aurora Campana.

La seduta è proseguita con l’introduzione dei progetti che verranno sviluppati per l’anno in corso. Il primo progetto trattato è stato quello dal titolo “Concittadini”. È un progetto di cittadinanza attiva rivolto a scuole, enti locali, associazioni e istituzioni del territorio. L’obiettivo è costruire una comunità aperta fatta di educatori, amministratori e operatori del terzo settore che, attraverso il lavoro di rete, condividono esperienze, iniziative e buone pratiche. Nel progetto rientreranno le seguenti tematiche: memoria, legalità e diritti. Per quanto riguarda quest’ultimo è stato fatto un piccolo excursus in merito alla “Convenzione Onu dei diritti del fanciullo”. Il secondo progetto prende il nome di “Introduce Myself” in cui si propone, nello specifico, la realizzazione di un questionario da sottoporre ai ragazzi stessi e ai coetanei compagni di scuola. Questo indagherà sui loro bisogni, gli interessi e competenze. Sarà organizzata una mappatura dei bisogni e interessi che i ragazzi esprimono in questo periodo storico segnato dalla pandemia.

Infine, si è parlato delle modalità di svolgimento futuro delle riunioni della consulta, e a tale proposito i membri hanno richiesto la possibilità di svolgere gli incontri in presenza. Al termine dell’incontro hanno commentato il sindaco Bassi e la vice sindaco Ghiselli: “Troviamo particolarmente importante, in questo periodo fortemente compromesso dalla pandemia, dare voce e spazio ai più giovani perchè sappiamo bene come proprio loro siano stati particolarmente colpiti nelle relazioni e nelle socializzazioni. Come Amministrazione Comunale siamo sempre disponibili al confronto diretto con i ragazzi membri della Consulta. Per noi rappresenta un momento di incontro importante, un confronto insostituibile che ci aiuta a comprendere i bisogni e le esigenze dei nostri giovani cittadini e cittadine.” Nel prossimo incontro, che si terrà entro la prima metà di marzo, verranno fatti degli ulteriori approfondimenti sulla “Convenzione Onu dei diritti del fanciullo” ed in particolare sul “diritto dell’ascolto”

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui