Massa Lombarda celebra il patrono: tanti eventi fino a febbraio

MASSA LOMBARDA. «La nostra collettività festeggia con tantissime iniziative il proprio patrono. Protagonisti l’associazionismo e il volontariato impegnati a valorizzare la città. Un modo per onorare le celebrazioni per S.Paolo creando momenti di partecipazione e condivisione in cui la vera protagonista diventa la nostra comunità. I visitatori potranno scegliere come vivere la festa, tra le sei mostre da visitare, la gastronomia, le iniziative culturali e per bambini, lo shopping nei numerosi mercatini e nei negozi del centro». Queste le parole del sindaco Daniele Bassi nel presentare, assieme a Giorgio Noera, cardiologo di fama mondiale, titolare della casa residenza anziani “Giardini di S.Lucia”, il cartellone di eventi predisposto per l’occasione.

Particolare rilievo viene dato alla Sagra del Sabadone, gestita dalla Pro loco, e alle mostre dedicate a Giulio Zaganelli, a “Mattoncini a Massa”, a San Francesco, alle immagini sacre nella tradizione popolare, alla vita di Massa Lombarda e alla mostra allestita nella sala del Carmine (via Rustici) “Se il sole fosse un gioco?”. L’inaugurazione delle opere esposte, di materiale bellico provenienti dalla Libia, selezionate da Ali WakWak, in programma oggi, sarà proceduta alle 18.30 dal “Concerto per la vita di tutti”, con al pianoforte Adrian Vasila, con musiche di Bach e Liszt. Al termine, il vernissage alla presenza di Giorgio Noera e del produttore Carlo Degli Esposti.

«Ali WakWak, scomparso nel gennaio 2019, ha vissuto in prima persona i disastri del suo Paese, la Libia, e ne ha voluto raccontare la storia – ha spiegato Noera –. Per creare le sue opere, WakWak ha raccolto gli elementi negativi generati dalla guerra e dall’oppressione e ne ha fatto i mezzi privilegiati di comunicazione di vita, speranza, fedeltà agli ideali artistici, riuscendo a conseguire un risultato di grande impatto». La mostra è aperta oggi pomeriggio dalle 15 alle 18, domani e domenica dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 18.
Domani dalle 10 alle 19 in programma poi negozi aperti, bancarelle, mercatini solidali, gastronomia e luna park. Alle 10.30 la messa solenne celebrata dal vescovo monsignor Giovanni Mosciatti.

Domenica, dalle 9 alle 19, spazio alla Mostra scambio di modellismo agricolo nella tensostruttura della piastra polivalente (via Fornace di Sopra 1) con esposizione di macchine agricole. In via Vittorio Veneto torna il mercatino con vendita di biancheria per la casa ricamata dalle volontarie, vestiario e accessori. Il ricavato sarà devoluto all’Ior. I festeggiamenti continueranno poi fino al 9 febbraio. A.R.G.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui