Mascherine gratis: a Imola da domani, a Castello si parte già oggi

IMOLA. A Imola da domani e a Castel San Pietro da oggi. Cominciano a definirsi tempi e modi della distribuzione delle mascherine chirurgiche ai cittadini del territorio. Si tratta una tornata che non potrà soddisfare completamente l’esigenza della comunità di questi dispositivi di sicurezza e servirebbero numeri maggiori, specie in vista di nuove disposizioni di legge legate all’obbligo di utilizzo delle mascherine stesse, ma intanto la Regione Emilia-Romagna muove i primi passi. Sono state infatti messe a disposizione dei Comuni 2 milioni di mascherine gratis per i cittadini e un altro milione è destinato alle imprese per la sicurezza sui luoghi di lavoro. Necessario ricordare però che le mascherine chirurgiche sono monouso e che non ci sono procedure, scientificamente valide, per la loro disinfezione.

La carica delle 31mila

Sono appunto 31mila le mascherine chirurgiche, ricevute dalla Regione, che il Comune di Imola distribuirà da domani. Vista la quantità sarà assegnata una mascherina per nucleo famigliare (tutto in base alle indicazioni fornite dalla Regione stessa) e la distribuzione, coordinata dalla Protezione civile, avverrà porta a porta grazie alla disponibilità dei volontari. In ogni buchetta sarà messa una busta di plastica chiusa contenente la mascherina chirurgica e le modalità d’uso (compreso lo smaltimento, da effettuare nei rifiuti indifferenziati): il via, come detto, domani mattina e si proseguirà nei giorni successivi alle festività pasquali in tutte le zone della città, con l’obiettivo di terminare le consegne entro la fine della prossima settimana. Oggi il Comune di Imola comunicherà da quale zona della città partirà la consegna delle buste, ma già da ieri sono al lavoro gli operatori della Protezione civile e i volontari per inserire ogni singola mascherina (consegnate in pacchi da 50 pezzi) all’interno delle singole buste in plastica.

A Castello in 48 ore

A Castel San Pietro si parte già oggi e l’intento del Coc (Centro operativo comunale) è di terminare la distribuzione del primo lotto di mascherine chirurgiche, ovvero 10mila pezzi, nella giornata di domani. Qui saranno 2 le mascherine consegnate ai nuclei famigliari attualmente sprovvisti. Due squadre composte da volontari delle associazioni Carabinieri (Anc) ed Alpini (Ana) in divisa effettueranno la consegna, recandosi nei punti di distribuzione previsti sul territorio comunale (in tutti 35) e negli orari indicati, secondo un preciso piano definito dal Coc per evitare assembramenti. Luoghi e orari saranno comunicati ai cittadini dal sindaco Fausto Tinti attraverso il servizio telefonico Alert System e pubblicati sul sito www.cspietro.it e sulla pagina Facebook del Comune. In ogni punto di distribuzione potranno recarsi solo i cittadini residenti nelle vie indicate dal piano e sarà ammessa una sola persona per ogni nucleo famigliare. Il Comune si affida al senso di responsabilità dei cittadini e invita, chi è già in possesso della mascherina, a non chiederne un’altra. Le mascherine destinate alle imprese saranno consegnate più avanti con modalità ancora da definire.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui