Mariani e Perrotta “riaprono” il Comunale dio Gambettola

È il primo teatro in zona a riaprire; oggi (giovedì 6) dalle ore 10 alle 13, il Comunale di Gambettola apre a visite e biglietteria; venerdì 7 e sabato 8 maggio a suon di musica ritma la riapertura ufficiale dello spettacolo dal vivo. Presenta due concerti diversi ma entrambi di richiamo, un segno concreto dell’attesa riapertura con pubblico dal vivo partecipante. Si comincia venerdì alle 18.30 con replica alle 20.30, con un omaggio a Federico Fellini. Non è un caso, il maestro più famoso del cinema trascorse l’infanzia a casa dei nonni di Gambettola, casa a fine anno pronta a riaprire i battenti dopo il restauro in corso.

Il teatro intitola il cartellone “Fellini 100+1”, preannunciato a inizio 2021 con una mostra di artisti a cielo aperto. Il concerto “The Fellini variations” ripercorre una decina di pellicole attraverso le colonne sonore composte da Nino Rota, eseguite al pianoforte da Mario Mariani. Da “Amarcord” a “8 ½”, da “La strada” a “Lo sceicco bianco”, dai “Vitelloni” a “I Clowns”, “Giulietta degli spiriti”, “Il bidone”… Dal 2018 il musicista pesarese ha portato questo suo concerto in tour in Italia, Europa, America. Infarcendo ogni volta le sonorità pianistiche con suoni di svariati oggetti e teatralità.

Che dire maestro, di Rota e di Fellini? «Di Rota mi affascina il suo incredibile talento melodico, armonico e timbrico; ma anche il fatto di essere un improvvisatore; ed è affascinante sapere che avesse poco interesse per il cinema tanto da addormentarsi alle proiezioni dei film. Di Fellini adoro il suo caleidoscopio umano, in grado di fare coesistere un senso di infantile meraviglia e una visionarietà cinica verso il quotidiano che sotto la sua lente diventava un circo magico».

È una “prima” invece il concerto di sabato 8 maggio alle 20.30; Francesca Romana Perrotta, salentina ma cesenate di adozione, presenta nell’unica data regionale il suo nuovo disco “Le donne senza voce” prodotto in collaborazione con il Circuito Pubblico Pugliese. È un nuovo viaggio intorno al femminile, così come questa autrice con voce e chitarra ha raccontato in questi anni. Con musica e parole la rockeuse dipinge “ritratti di signora” intriganti e inusuali. L’artista, attualmente tra i finalisti del Premio Musicultura, da lei già vinto nel 2007 e nel 2016 come Miglior testo, ammette che il concerto di Gambettola è «ossigeno vero dopo il buio dei mesi trascorsi senza concerti. Nel nuovo album ci sono ancora canzoni che raccontano storie di donne. Questa volta però i personaggi femminili sono un retroscena, hanno lasciato il posto alle storie che sono le vere protagoniste delle nuove canzoni». Roberta Colombo del Teatro del Drago, alla guida del teatro gambettolese, ammette che «la prevendita sta andando bene, l’apertura del teatro al mattino favorisce l’accesso alla comunità, anche solo per uno sguardo concreto al teatro. Solo 49 i posti da occupare; dopo i concerti ci aspettano il narratore Roberto Anglisani (14 maggio) e l’attrice Roberta Biagiarelli il 18 maggio, con “Figlie dell’epoca” dedicato alla Liberazione. Per noi teatranti “piccoli” è stato un anno terribile, ma almeno questo è un ritorno alla vita teatrale». Euro 12-10.

Info: 392 6664211

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui