Maria Pia Timo, doppio show a Forlì

Una guida molto speciale e molto utile, per sistemare in quattro e quattr’otto l’armadio, il cane e il marito: la presenta, con lo spettacolo “Una donna di prim’ordine”, Maria Pia Timo al teatro Diego Fabbri di Forlì martedì 11 e mercoledì 12 maggio (ore 20.15). La pièce è scritta a quattro mani dall’attrice faentina e da Roberto Pozzi, che ne firma anche la regia. Dopo “Valentina vuole”, che con il cartellone del “Family” ha riaperto le porte del maggiore teatro forlivese, i direttori artistici Claudio Casadio e Ruggero Sintoni hanno voluto riaccogliere il pubblico in modo brillante: Maria Pia Timo, quindi, prende in esame l’ordinaria… follia della giornata di una donna, creatura multitasking come si sa, ma sulla quale non può non pesare il “logorio della vita moderna”.

Divisa fra famiglia e lavoro, amicizie e palestra, la protagonista deve tenere testa a un nemico subdolo: il telefono, con le sue mille chat, quelle delle mamme e dell’ufficio, quella dei vicini e dell’attività sportiva del momento. Il tutto, mentre ogni giorno decine di chiamate da numeri improbabili tentano di farci accettare contratti favorevolissimi per ogni tipo di prodotto. E mentre sullo sfondo turbinano imploranti i rumori di lavastoviglie e lavatrice che vorrebbero solo essere svuotate dei loro carichi, o sale il pianto dei bambini a cui ci si è dimenticate di comprare le merendine preferite, nella mente della “mater familias” si impone un unico, delizioso desiderio: un sereno eremitaggio dove dimenticare call center ed esigenze familiari, per tutti i secoli dei secoli.

Ma questo è solo un sogno, così Timo, dopo aver illuminato i tanti controsensi delle nostre vite, ci indica, sempre ridendo, come sopravvivere a questo “big bang”, fra teorie scientifiche e meno scientifiche, riflessioni semiserie, metodi giapponesi, metodi della nonna, sostegni farmacologici-omeopatici-stupefacenti…

Dopo le repliche forlivesi, lo spettacolo sarà in scena al teatro Chiari di Cervia, il 7 giugno, e al teatro Goldoni di Bagnacavallo (8 e 9 giugno).

Il teatro Fabbri segue le procedure di contrasto alla pandemia (info: www.accademiaperduta.it). Biglietti: 15-27 euro. Prenotazioni: 0543 26355

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui