CESENATICO. Tra i protagonisti alla nona edizione della Maratona Alzheimer (Cesenatico 11-21 settembre 2020) si inserisce un partecipante d’eccezione: questa mattina il professor Romano Prodi ha inforcato la sua bicicletta, è salito sullo Stelvio e ha regalato i km percorsi agli organizzatori della Maratona Alzheimer.

Un regalo inaspettato, quasi incredibile. I chilometri percorsi dal professore bolognese, che quest’anno ha festeggiato 81 anni, si andranno ad aggiungere ai 700mila già totalizzati da podisti e camminatori fin dalla prima edizione della Maratona e contribuiranno a raggiungere l’obiettivo: un milione di chilometri, un milione tanti quanti sono le persone malate di Alzheimer. Non si tratta solo di chilometri, ma dello spirito con cui l’ex premier ha affrontato la sua personale scalata, uno spirito in perfetta sintonia con quello della Maratona che intende promuovere uno stile di vita attivo e sano. E’ infatti noto che un’attività fisica regolare, una dieta equilibrata e l’astensione dal fumo concorrano in maniera importante a ridurre il rischio di ammalarsi.

«Sono stanco, ma il respiro ha retto benissimo», così a caldo ha commentato il professor Prodi che è salito dalla parte più dura, quella altoatesina arrivando fino a Passo allo Stelvio, a quota 2750mt. «Lo avevo già fatto trenta anni fa, da tutte e due le parti, ma ci tenevo a ritornare. E’ stata una giornata bellissima».

«Siamo grati e felici che il professor Prodi abbia voluto farci questo regalo, la nostra iniziativa non poteva avere esordio migliore», così commenta Stefano Montalti, presidente della Fondazione Maratona Alzheimer e della struttura Amici di Casa Insieme che da nove anni, con il supporto tecnico dell’ASD Maratona Alzheimer, organizza la tradizionale marcia per i diritti delle persone malate di Alzheimer.

Prodi ha aderito alla Maratona “a distanza” ideata quest’anno, nel rispetto delle norme di sicurezza anti Covid.19, dagli organizzatori: chiunque potrà iscriversi al sito e partecipare regalando all’organizzazione i chilometri percorsi a piedi o in bicicletta.

Argomenti:

maratona alzheimer

Romano Prodi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *